I RIFORMISTI DEL PD CHIEDONO LE “DIMISSIONI DI POVIA”

sergio-povia

povia moderatiMentre si consuma in un mediatico e glaciale “silenzio” l’eutanasia del Pd gioiese, ferito a morte dalle ultime esternazioni del segretario Massimo L’Abbate (SCIVOLONE SU TASSE - SEGRETERIA PD RIPUDIA I SUOI CONSIGLIERI?), le stesse sono prontamente smentite dal capogruppo consigliare del Pd Vito Ludovico, che in un’intervista rilasciata alla Gazzetta Ludovico ha dichiarato che gli aumenti di tasse (IMU e Tasi) decisi in Consiglio comunale sono stati condivisi nei minimi dettagli con la segreteria del partito (TASSE. E' RECORD. GIOIA PAESE PIÙ “CARO” D’ITALIA).

E’ evidente che uno dei due (Ludovico o L’Abbate) mente sapendo di mentire ed è in malafede… Tra l’altro in Consiglio comunale lo stesso sindaco Povia, più volte ha ribadito lo stesso concetto con rimandi a una condivisione totale da parte dei partiti di maggioranza, uniti e compatti sul voto, per poi confermare in altra sede gli ottimi rapporti con L'Abbate sentito solo 10 giorni fa.

Stupisce e non poco l’affermazione - sempre del Ludovico - che il “percorso di costruzione e condivisione (in tema asede pd gioiaumento delle tasse)” è stato condivisocon le forze politiche di maggioranza e opposizione, con le associazioni di categoria e i sindacati” (PD. RIFORMISTI: “SIETE BUGIARDI E IN MALAFEDE”).

Perché non fare nomi e cognomi? Con chi e quando sarebbe stato condiviso l’aumento delle tasse? Tenendo conto che Lucilla, Cuscito, Mastrangelo e Vasco su questo provvedimento non erano assolutamente d’accordo e lo hanno dimostrato in Consiglio, si dovrebbe dedurre che a condividerlo fossero gli “assenti” dell’opposizione ovvero Longo, Celiberti e De Leonardis?

Quel che risulta evidente anche agli occhi di un profano, è che quel che in altri paesi porta a sciogliere i consigli comunali (vedasi le recenti vicende del sindaco di Modugno Nicola Magrone, che con un atto di coraggio ha denunciato gli scandali urbanistici della sua città), qui a Gioia “cementifica” anche improbabili alleanze, allineate su interessi comuni, così come denunciato nel comunicato dell’Area Riformista del Pd, di seguito pubblicato.. Ricordiamo con chi abbiamo a che fare! (“TIGRE NEGLI OCCHI”, MATTONE NEL CUORE DEI MODERATI?-foto).