Incendi. 36° Stormo in prima linea a supporto della Protezione civile

gioia6

Continua senzagioia1 sosta l'impegno dell'Aeronautica Militare a fornire il proprio contributo per le operazioni antincendio resesi necessarie a contrastare i diversi incendi divampati nelle scorse ore nel nord della Puglia, nell’area di Gravina, nei comuni di Trecchina e Rotondella in Basilicata ed a Catanzaro in Calabria. Il 36° Stormo Caccia, in coordinamento con il Dipartimento della Protezione Civile, ha prontamente garantito supporto operativo e logistico alle operazioni di soccorso poste in essere dalla flotta aerea Canadair che si è rischierata sulla base aerea di Gioia del Colle. Gli equipaggi hanno profuso lodevole impegno nelle operazioni di spegnimento di numerosi incendi, per i quali si è reso indispensabile anche il supporto delle squadre di emergenza a terra. La disponibilità e la professionalità del personale e dei mezzi dell’Aeronautica Militare, i servizi aeroportuali assicurati e la vicinanza alla zona delle operazioni hanno garantito lo svolgimento delle attività in modo tempestivo e senza interruzioni nonché il supporto alla popolazione civile ed alle agenzie di soccorso. Nel dettaglio, lo Stormo ha garantito assistenza tecnica, supporto in linea volo e rifornimento carburante per i 4 velivoli Canadair rischieratisi sull’aeroporto pugliese.

Il 36° Stormo Caccia, che dipende dal Comando Squadra Aerea per il tramite del Comando Forze da Combattimento, è uno degli Stormi della difesa aerea dell'Aeronautica Militare che assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all'anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal Whats-App-Image-2021-07-31-at-20-58tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito – per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall'11° Gruppo D.A.M.I. di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), relativamente all'intervento in volo, dal 4° Stormo (GR), dal 36° Stormo (BA) e dal 37° Stormo (TP), tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter. A partire dal gennaio 2017, l'Aeronautica Militare ha attivato inoltre una cellula di Eurofighter F-2000 presso il 51° Stormo di Istrana al fine di ottimizzare la copertura dello spazio aereo nazionale, in ottica di generale riduzione dei tempi di intervento e di tempestivo contrasto di eventuali minacce. Da marzo 2018, inoltre, nel sistema di difesa aerea sono stati integrati anche i velivoli F-35 del 32° Stormo di Amendola, che contribuiscono con specifiche capacità operative e tecnologia di ultima generazione alla difesa dei cieli italiani. La bandiera del 36° Stormo Caccia è ancora oggi quella con più decorazioni di guerra di tutta l'Aeronautica Militare: una Medaglia d'Argento al Valor Militare al 36° Stormo Bombardamento Terrestre, una Medaglia d'Oro al Valor Militare al 36° Stormo Aerosiluranti, una Medaglia d'Argento al Valor Militare al 36° Stormo Notturno, una Croce di Cavaliere dell'Ordine Militare d'Italia al 36° Stormo Caccia mentre al personale sono state concesse ben 8 Medaglie d'Oro al Valor Militare alla memoria, 43 Medaglie d'Argento, 123 Medaglie di Bronzo e 27 Croci di Guerra”.

TEN. Fulvio MALLARDI
36° Stormo Caccia

228161436-4113408025404098-7606263518041441311-n