Venerdì 04 Dicembre 2020
   
Text Size

Gioia del Colle. Continuano le truffe ai danni degli anziani

44876087115-c96e5afdfc-b

14556430856-8d942b185f-oQuesta volta la vittima è una donna 99enne, che vive in un appartamento in via Aldo Moro, a ridosso dell'asilo. A carpire la sua buona fede con un raggiro architettato ad arte un uomo che si è spacciato per corriere. Ieri mattina intorno alle dieci, a poche ore dalla partenza del figlio per Milano, la donna ha ricevuto una telefonata. Un ragazzo spacciandosi per il nipote, l'ha avvisata che stava per arrivare un corriere per consegnare un pacco con oggetti di elettronica che aveva ordinato, suo padre (il figlio appena partito della signora) sapeva dell'acquisto per cui poteva pagare tranquillamente.

Con una tempistica perfetta, dopo circa 20 minuti è arrivato il... corriere, un uomo alto, magro con i capelli scuri e lisci, con un accento spiccatamente della zona, forse gioiese. Dopo aver scaricato il pacco ha chiesto 5 mila euro. La nonna, in quel momento in compagnia di una parente che si trovava lì per caso per farle compagnia, ignara del raggiro ha detto che aveva in casa solo 350 euro e che non poteva andare a ritirare i soldi dalla posta. Il furfante non si è perso d'animo e ha suggerito che poteva pagare anche con gli oggetti d'oro che aveva in casa, collanine, braccialetti, anelli.

Questa richiesta avrebbe dovuto insospettire la signora e la sua parente, ma così non è stato.

La donna ha preso i suoi gioielli - alcuni anelli e delle spille di oro - e li ha consegnati. A quel punto il truffatore si è allontanato chiedendole di tenere staccato il telefono di casa per una mezz'ora, in quanto non c'era bisogno di chiamare nessuno, avrebbero provveduto loro ad avvisare che il pacco era stato consegnato provvedendo a preparare la fattura, se richiesta.

La facilità e la tempistica con cui il colpo è andato a segno lascia pensare che il truffatore fosse più che informato sui componenti della famiglia e che avesse studiato il piano nei minimi particolari, e che, come accaduto in altre analoghe circostanze, abbia anche "sventolato" fazzoletti o avvicinato ai malcapitati oggetti intrisi di una sostanza in grado di rendere meno vigile l'attenzione. Questa sensazione di perdita della volontà, di uno stato quasi ipnotico indotto è stato più volte segnalato dalle vittime a volte "abbordate" per strada e convinte a prelevare risparmi dalle banche.

Il figlio dell'anziana in viaggio per Milano una volta messo al corrente di quanto accaduto, che il pacco era arrivato, intuendo la truffa. è sceso ad Ancona ed è ritornato a Gioia, dove ha sporto denuncia ai carabinieri per quanto accaduto.

Delle dieci famiglie che vivono in quel complesso sembrerebbe che nessuno abbia sentito o visto nulla. Il figlio ha chiesto alla nostra Redazione di lanciare un invito a tutte le persone anziane e alle loro famiglie, affinché venga fatta attenzione e non permettere a nessuno sconosciuto di entrare in casa, evitando anche di lasciarli avvicinare o avvicinarsi a loro in prossimità dell'ingresso, e di chiamare subito i carabinieri.

 

Commenti  

 
#1 Rocco Lamanna 2020-10-20 17:51
Circa dieci anni fa mia madre cadde vittima di un simile raggiro... tanti ne erano stati perpetrati prima ... e tanti dopo! La cosa purtroppo non mi meraviglia più... è evidente che questa gente sente di poter agire impunita!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.