Venerdì 22 Novembre 2019
   
Text Size

INCIDENTI SU VIA NOCI. “RIPARATE QUEL SEMAFORO!”

semaforo via noci

semaforo via nociDomenica, 15 settembre la signora Nunzia A. ha denunciato sul gruppo “Sei di Gioia del Colle se…” il malfunzionamento del semaforo in via Noci, all’altezza dell’incrocio dell’agriturismo, malfunzionamento che sempre più spesso è causa di incidenti, l’ultimo dei quali avvenuto proprio domenica mattina.

“Vorrei porre all'attenzione del nostro sindaco, dei componenti di questo gruppo e di tutti i miei compaesani quello che accade da tempo a questo incrocio. Si tratta del semaforo sulla provinciale per Noci, poco prima dell'agriturismo “I tre monelli”.

Nell'arco di quattro giorni si sono verificati ben tre incidenti stradali nello stesso punto, l'ultimo poche ore fa: uno scontro tra un mezzo agricolo che stava attraversando l'incrocio con il verde e un’auto che giungeva senza fermarsi a causa della scarsa visibilità del colore rosso, offuscato dal sole. E poi è a dir poco uno scempio, vedere un semaforo riparato con il nastro dei pacchi! Mi chiedo cosa aspettiamo per ripararlo come si deve? Dobbiamo attendere altri incidenti che ci scappi il morto per correre ai ripari...?”

Dai commenti sono emerse altre notizie.

“E’ più di un mese che il semaforo dà problemi - afferma Antonio C. - E ora si accende anche se in ritardo. Nel senso che passa un intervallo di tempo tra il passaggio da una parte al rosso e dall'altra al verde. Lo so perché quella strada la percorro ogni giorno per lavoro e ho visto che alcuni veicoli si trovavano in grossa difficoltà per il fatto che non c’è simultaneità nella segnalazione di via libera e stop. Spero che risolvano al più presto il problema!”

Come giustamente osservato da Francesco P. e Aurelia S., della manutenzione di quel semaforo non è responsabile l’Amministrazione ma la Città metropolitana (ex Provincia), ciononostante il sindaco Johnny Mastrangelo ha segnalato agli enti preposti il problema un mese fa e provvederà ad effettuare un sollecito.

Da più parti giunge l’invito a creare una rotatoria ben illuminata che risolverebbe a monte il problema, eliminando la presenza del semaforo e costringendo gli automobilisti ad un rallentamento obbligato.

 

Commenti  

 
#6 vito di gioia 2019-10-25 06:25
Vorrei segnalare alle autorita'competenti(sindaco,ufficio tecnico,ecc..) anche la pericolosita' per l'incrocio esistente di via Putignano con l'ex"variante" di riprogettarlo nella normativa stradale e nella forma geometrica adeguata alla sicurezza stradale,tipo quello realizzato presso il sottopassagio nei pressi del cimitero.Quindi il rifacimento dello stesso affinché'si possa attraversare con maggiore sicurezza. Tale incrocio e'assai pericoloso attrversarlo per chi proveniente dal centro del paese si reca verso la via Putignano o via E.DENICOLA. Inoltre invito le autorita'preposte ad una revisione totale della segnaletica stradale dove manca, specie le strisce pedonali,o di incroci senza segaletica di stop,o precedenza. Esempio nei pressi del liceo scientifico...e numerosi altri in tutto GIOIA.Tutto cio' e' quanto molti cittadini riscontrano quotidianamente percorrendo le nostre strade disastrate da moltissimi anni....!!!! Agli amminisratori di oggi come quelli dei tempi passati non tirate la stessa risposta di sempre: "NON CI SONO SOLDI"...ma almeno rispettate le promesse che fate in campagna elettorale. GRAZIE.
 
 
#5 vito di gioia 2019-10-25 05:39
Se ci sara' il rondo',(come lo chimano i francesi),che sia fatto come si deve e non come quelli esistenti sulla ex (variane),vedi quello nei pressi dell'ospedale a forma dicuore,oppure quello vicino ai campi di Padre Semeria strettissimo al passaggio dei pulmann.Mentre quello realizzato sulla via L.EINAUDI con via E.DENICOLA manca l'adeguta segnaletica da ogni lato dell'incrcio,dove gia' sono avvenuti numerosi incidenti.
 
 
#4 Vito Nicola 2019-10-24 21:01
A mio modesto parere l'apposizione del semaforo "all'improvviso" su una provinciale non risponde a motivi di sicurezza o meglio ... è una stronzata.
E' appena il caso di considerare che alla velocità di percorrenza di una provinciale è facile immaginare che per "guadagnare" il passaggio prima che scatti il rosso, si possa impattare con chi proveniente dal lato attraversa facendo affidamento del verde appena scattato. Mi piacerebbe conoscere le motivazioni che hanno determinato il Genio a tale apposizione semaforica. Per intenderci, in assenza di semaforo l'incidentalità sarebbe ridotta mancando l'affidamento su un "verde" a volte inaffidabile. La rotonda adeguatamente presegnalata sarebbe utile.

La Redazione
Pienamente d'accordo.
Saluti
 
 
#3 Nicola A. 2019-09-17 13:55
quello che afferma la Redazione è sotto gli occhi di tutti ed è auspicabile una rotatoria che aumenti la visibilità, perché se viene fatta decentrata rispetto al crocevia (tipo quella della via di acquaviva che fa pena sia sotto il profilo della viabilità che in quello delle ENORMI dimensioni) allora meglio il semaforo con fotocamera.
 
 
#2 bulma 2019-09-16 14:39
Solo la rotatoria può risolvere il problema, perchè anche quando il semaforo era in funzione era facile vedere auto e TIR attraversare la SP239 a forte velocità ignorando il semaforo. Per chi proviene dai carrari, il consiglio è di fermarsi al semaforo, qualunque sia il colore, e di aguzzare la vista prima di attraversare la provinciale.

La Redazione
Il problema è che pur "aguzzando" la vista, da uno dei due carrari, quello sul lato dei "Due monelli", per vedere qualcosa si è costretti ad invadere parzialmente la strada che conduce a Gioia. Quindi doppiamente pericoloso.
Saluti
 
 
#1 Rodolfo 2019-09-16 10:02
Rotatorie no altrimenti qualche idraulico......si agita!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.