Lunedì 25 Maggio 2020
   
Text Size

GREST PARROCCHIA S. VITO. I PROTAGONISTI RACCONTANO-foto

grest 2014 parrocchia san vito

grest 2014 parrocchia san vitoA margine del GREST organizzato dagli animatori della Parrocchia di San Vito, di cui abbiamo già scritto su “la voce del paese”, ecco giungere altre due testimonianze, la prima a firma di Gianni Fraccalvieri, storica colonna della comunità, la seconda da parte di Antonella, giovanissima animatrice.

Quando al posto di un traditore viene immolata una vittima innocente e volontaria - afferma Gianni Fraccalvieri -, la tavola di pietra si spezza e al sorgere del sole la morte stessa torna indietro! Aslan il leone, vero re di Narnia, si è immolato per salvare uno dei quattro fratelli della storia, Edmund. Accanto ad Aslan le due sorelle di Edmund, Susan e Lucy che teneramente medicano il corpo sconfitto dalla morte. Poi il terremoto, la tavola di pietra che si rompe ed infine Aslan che all’alba risorge dalla morte. A Narnia torna la primavera e con essa torna a fiorire la speranza e la gioia di vivere.”

Questa è la vicenda de “Le cronache di Narnia”, una storia di morte e di resurrezione; una storia dove il bene ed il male si affrontano ancora. Susan e Lucy come quelle donne che si erano recgrest 2014 parrocchia san vitoate al sepolcro per ungere il corpo di Gesù. Aslan il leone innocente che si immola per salvare la vita, come Gesù che si dona all’umanità per ristabilire con essa l’alleanza tra l’uomo e Dio. Una grande metafora, quella di questa storia, che ha cercato di coinvolgere i ragazzi partecipanti al GREST 2014 di San Vito in una vicenda dai forti contenuti: lo spirito di sacrificio, il senso di responsabilità, il donarsi gratuitamente. Sono esattamente gli insegnamenti del Vangelo, quella Buona Notizia che da duemila anni scuote l’umanità. Ma quest’anno il GREST di San Vito si è arricchito di altri contenuti significativi grazie alla collaborazione con il Centro Diurno Orientagiovani San Vito che ha cercato di coinvolgere nell’esperienza estiva i suoi ragazzi; l’obiettivo era quello dell’integrazione tra le diverse realtà, quella dell’oratorio e quella del centro diurno appunto, per evitare emarginazione e stimolare forme di collaborazione tra strutture che, in modo diverso e con diversi strumenti, sono impegnate nell’ambito educativo. Su questo aspetto dell’integrazione, riteniamo di dover sottolineare che l’esperienza del GREST di quest’anno ha cogrest 2014 parrocchia san vitonsentito in particolare l’avvicinarsi della nostra cultura con quella di diversi ragazzi di origine magrebina; ricordiamo che la comunità magrebina è numericamente sempre più presente a Gioia. Infine vogliamo ricordare che la comunità di San Vito già da alcuni anni ha fatto proprio lo stile dell’oratorio impegnando tutte le sue risorse nel campo educativo. Per questo l’esperienza estiva rappresenta il culmine e l’avvio delle attività di tutto l’anno. Al centro di queste tre settimane di GREST (gruppo estivo) c’è l’Eucaristia, l’elemento su cui la comunità si fonda e riparte per esprimere tutta sé stessa. Per questa ragione tutta la comunità è coinvolta nell’esperienza in cui i ragazzi partecipanti sono al centro dell’attenzione, ma tutti, adolescenti, giovani e adulti, contribuiscono alla sua realizzazione.”

Centoquattro ragazzi, divisi in dieci squadre hanno partecipato a questo grande gioco che si è svolto nelle piazze, nei giardini pubblici, al campo sportivo e nelle città di Cassano Murge egrest 2014 parrocchia san vito Bari. In queste due uscite i ragazzi hanno avuto modo di scoprire aspetti inconsueti legati alle nostre tradizioni locali, all’ambiente murgiano e alla nostra storia millenaria, fatta (ne è esempio lampante la città vecchia di Bari con la Cattedrale e la Basilica di San Nicola) di incontri tra i popoli che oggi riscopriamo come vocazione del nostro territorio. Il gioco che diventa ancora una volta il veicolo per diffondere valori di cui i nostri figli hanno oggi drammaticamente bisogno. Le tre squadre vincenti hanno conquistato quindi un trofeo che ha significati ben più profondi di una semplice vittoria.”

_______________

Ma cosa spinge giovani ragazzi a trascurare gli impegni personali per dedicarsi al GREST? Lo abbiamo chiesto ad Antonella.

“Il GREST è una bella esperienza non solo pegrest 2014 parrocchia san vitor i partecipanti, ma anche per noi animatori. Nonostante sia difficile organizzarlo e porti via molto tempo, tutta la fatica è ripagata quando vedi l’allegria e la gioia negli occhi dei bambini e dei ragazzi.”

“Non è stato semplice “formare”, ma alla fine ci riteniamo abbastanza soddisfatti. Uno dei traguardi raggiunti è stato quello di far avvicinare bambini molto diversi tra di loro, fargli fare “squadra” tutti insieme. I ragazzi, inoltre, sono stati capaci di rispettare regole, come indossare sempre la maglia della propria squadra oppure arrivare in orario, e di prendersi varie responsabilità, come lo scrivere a turno una pagina del diario di squadra.”

L’insegnamento che è arrivato ben chiaro a tutti è che vincere non è la cosa più importante e, inoltre, che se si gioca facendo squadra, supportandosi e incitandosi l’un l’altro si hanno più possibilità di vincere e ci si diverte di più ed è con gioia che i è vissuta questa esgrest 2014 parrocchia san vitoperienza da entrambe le parti. La maggior parte dei bambini è molto competitiva quindi durante il GREST: vincere, alzare la coppa e dimostrare di essere la squadra più forte è un forte incentivo; alla serata finale però diventa poco importante sapere chi ha vinto e chi ha perso perché, come spesso diciamo, abbiamo vinto tutti già partecipando al GREST, passando tre settimane indimenticabili all’insegna del gioco, della preghiera, del divertimento e dell’amicizia.”

“Nonostante organizzare e vivere il GREST sia molto stancante per noi animatori, non c’è un periodo dell’anno più bello di questo. I bambini, a modo loro, ti ringraziano per tutto l’impegno che hai messo per organizzare ogni attività e non ti fanno mai pentire di aver accettato di vivere questa esperienza.” [Foto Gianni Fraccalvieri]

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.