Giovedì 28 Maggio 2020
   
Text Size

LEZIONI DI SICUREZZA STRADALE CON GIOIA SOCCORSO-foto

25.1.2014- Ist. Agherbino lezione con Vivi la Strada .it (20)

25.1.2014- Ist. Agherbino lezione con Vivi la Strada .it (76)"Gli incontri formativi ed educativi sono stati voluti fortemente dalla Prof.ssa Fiore che ha coinvolto la preside Prof.ssa Luciana Cicoria ed i docenti delle classi interessate. Sono stati circa 200 gli studenti di II^, III^ e IV^ che hanno assistito all'evento che è stato dedicato al Prof. Paolo Genco, scomparso nell'agosto dello scorso anno. In sala era presente la moglie, Dott.ssa Mariangela Rotolo, che ha molto apprezzato l'iniziativa.

Bella l’iniziativa di alcuni studenti che hanno letto pensieri rivolti al Professore Paolo Genco, delineando la sua professionalità, la passione per l’insegnamento e l'immancabile sorriso sempre presente sul suo volto. “Professore ci manchi!” è stata una delle esclamazioni, “Siamo sicuri che ci guidi da lassù!”. La commozione si tagliava a fette, ma è stato bello ricordare le sue doti, come h25.1.2014- Ist. Agherbino lezione con Vivi la Strada .it (11)a sottolineato sua moglie Mariangela che ha ribadito che spesso torna volentieri a scuola per salutare e portare del caffè ai colleghi di Paolo.

Tonio Coladonato, presidente dell'associazione “Vivi la Strada .it” ha egregiamente condotto le lezioni, una diversa dall'altra, guidando gli studenti all'apprendimento e alla riflessione.

Patrizio Pulvento, collaboratore dell’associazione ha introdotto Piero Console (vittima lesa da incidente stradale) aprendo un dibattito con i giovani fruitori della strada presenti in sala.

Importante l'intervento dei Vigili del Fuoco, con la presenza del CSE Antonio Lovece e il Vigile Alberto Sportelli. Guardando alcune riprese, che li vedevano impegnati in interventi di incidenti stradali, gli studenti hanno appreso dalle parole di Sportelli che è p25.1.2014- Ist. Agherbino lezione con Vivi la Strada .it (4)referibile essere in ritardo ad un appuntamento che correre e non essere sicuri di arrivarci! Bisogna rinunciare al bere, ad assumere sostanze proibite, per non dare dispiaceri a nessuno. Gli stessi vigili del fuoco non vorrebbero mai che gli incidenti stradali avvenissero, cosa impossibile, ma i ragazzi devono impegnarsi a non essere mai protagonisti.

I volontari dell’associazione “Gioia Soccorso”, hanno simulato il soccorso ad un automobilista. Uno studente si è reso disponibile alla prova ed è quindi stato “immobilizzato” su una omologata barella spinale, utile per il trasporto sicuro di incidentati. Tutti sono rimasti entusiasti della lezione e delle spiegazioni guidate da Tonio Coladonato.

Una nota di ringraziamento va espressa a tutti gli studenti per l'educazione, l'attenzione e il silenzio in aula, tanto da entusiasmare gli stessi docenti per un comportamento esemplare".

Ufficio Stampa “Vivi la Strada .it”

(foto Vivi la Strada .it)

Commenti  

 
#2 P.A.G.S. 2014-01-31 20:39
Caro KiaviK,
che il KED va rimosso in seguito all'estricazione, devi ricordarlo a chi lo usa realmente,perchè, come ben saprai(???), al traumatizzato vanno rilevati i vari parametri, successivamente al posizionamento sulla barella spinale, e anche perchè al pronto soccorso non si arriva con i pacchi confezionati!;-) La nostra, è soltanto una dimostrazione didattica.
Doppi saluti
 
 
#1 KiaviK 2014-01-30 14:50
Cari soccorritori di Gioia Soccorso, avete dimenticato che il KED va rimosso in seguito all'estricazione.
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.