Giovedì 28 Ottobre 2021
   
Text Size

UTE. PRESENTATO PROGRAMMA ANNO ACCADEMICO 2013-14-foto

ute programma

ute programma2 Martedì, 17 settembre, alle 18.30 si è tenuta presso il Chiostro comunale la presentazione del programma del XII anno accademico 2013/2014 dell’Università della Terza Età e del tempo libero - Centro studi e ricerche Onlus Gioia del Colle, U.T.E. affiliata Auser.

L’incontro si è aperto con la declamazione da parte di Mimmo Castellaneta della poesia intitolata “Prospetti” di Francesco Lorusso, docente del laboratorio corale presso la stessa Università.

La parola è poi passata alla Presidente Giovanna Viterbo che ha presentato il direttivo costituito dal vice presidente e tesoriere Giovanni Addabbo, dalle segretarie Tonia Ciarelli e Gina Celiberti, dal referente del gruppo docenti Francesco Giannini e dai consiglieri Caterina Capodiferro e Lidia Lasute programma10ala.

La presidente ricordando che le iscrizioni partiranno dal 23 settembre e le lezioni dal 7 ottobre, ha ringraziato tutti i gruppi di lavoro sempre presenti, i dirigenti scolastici che ospitano i corsi nelle aule dei loro istituti, ovvero il professor Rocco Fazio per i licei Virgilio e Canudo e la professoressa Ippolita Lazazzera per l'I.C. Losapio - San Filippo Neri. Un saluto anche al professor Antonio Pavone, dirigente dell'I.C. Carano - Mazzini e all’Amministrazione che ha concesso il chiostro.

Nella brochure consegnata ad ogni iscritto è riportato anche un regolamento, utile ad una più ottimale fruizione dei corsi. La Presidente ha quindi letto l’art. 22 che così recita: “L’U.T.E. si riserva il diritto insindacabile di operare in qualunque momento modifiche o cancellazioni di lezioni o corsi, qualora la situazione lo richieute programma4da, senza obiezioni opponibili.”

Fra le novità di quest’anno anche l’assegnazione di una borsa di studio ad un giovane maturando dell’Istituto Superiore Statale “R. Canudo”.

La Presidente ha poi illustrato le finalità dell’università stessa, riassumibili in creatività, spirito critico, benessere personale e soprattutto socializzazione, quindi è seguita la presentazione del programma.

Al riguardo delle discipline storiche la Prof.ssa Rosanna D’Addabbo curerà il corso di archeologia sugli scavi archeologici nel territorio gioiese dalla seconda metà del ‘900 al primo decennio del 2000; il Prof. Francesco Giannini con il corso “Lo sviluppo del centro storico di Gioia” permetterà ai corsisti di riscoprire le radici della propria storia locale; i docenti Domenico Paradiso e Sebastiano Lagosante nel corso di “Storia di Gioia” analizzeranno il percoute programma3rso storico del paese dal passato al presente, soffermandosi sullo studio di ville e palazzi del territorio cittadino e delle tradizioni ed usanze dei nostri antenati; infine il Prof. Pino Romano nel corso “Quadri di vita popolare a Gioia del Colle” fornirà una visione di insieme di usi e costumi della nostra città nei primi cinquant’anni del secolo scorso. I docenti Giuseppe Liuzzi e Walter Ivone cureranno il Laboratorio Botanico che analizzerà la tutela degli habitat e della biodiversità delle essenze spontanee nel nostro territorio e gli ecosistemi naturali ed agro-ecosistemi nel paesaggio pugliese.

Il benessere - ha affermato la Viterbo - è un fattore indispensabile per favorire e promuovere tutte quelle attività che mirano al raggiungimento dello star bene sia fisico che psico-fisico.”

I corsi finalizzati al progetto benessere sono: Aerobica dolce (Prof.ssa Barbara Antonicelli),Ginnastica dolce (Prof.sute programma5sa Dacia Palmisano), Estetica (Barbara Baldari), Laboratorio di Movimento (Prof.ssa Mariella Cacciapaglia), Psicologia: lo sviluppo sociale (Dott.sse Romina Barberio e Tiziana Resta); Psicologia: l’avventura familiare (Dott.sse Iole Pitarra e Giusi Lombardo) e Salute e bellezza (Dott. Giuseppe Mirizzi). Strettamente collegato al progetto benessere è quello della salute curato dai docenti Giuseppe Nettis, Paola Girardi e Isacco Romano Isdraele, Antonio Pugliese e Martino Schiavone.

Un progetto che interesserà particolarmente le buone forchette e i cultori della cucina mediterranea sarà “Il Piacere del gusto” nei corsi di enologia di Adele Ninni e “Viaggio nel mondo del latte e degustazioni di formaggi” di Gianni Mottola.

Il progetto educazione al linguaggio cinematografico e teatrale verterà su cicli di film da visionare sul tema “Liberamente”, mentre il laboratorio teatrale sarà diretto daute programma6 Maurizio Vacca. Attivo anche quest’anno il laboratorio di lingua inglese di I e III livello curato dalle docenti Angelica Curione e di II livello da Francesca Santoiemma; introdotto anche un laboratorio di lingua francese curato dalla Prof.ssa Milena Pavone.

Il progetto educazione musicale nelle sezioni “Invito all’ascolto della musica”, “Impariamo a suonare la chitarra” e “Laboratorio corale” sarà rispettivamente curato dai docenti Vito Mastrovito, Leonardo Capurso e Francesco Lorusso.

Il progetto “Pensieri, parole, immagini” abbraccia le discipline filosofiche (Prof. Gennaro Ferrara), storiche (Prof. Sergio D’Onghia), storico-artistiche (Prof. Fernando Jacobellis), letterarie (Prof. Giacomo Leronni), religiose (Prof. Vito Mastrovito) e astronomiche (Prof. Umberto Mascia).ute programma7

Disciplina di eccellenza nell’era digitale è l’informatica della quale sono attivi i corsi base e avanzati curati dai Prof.ri Paolo Melchiorre e Giorgio Gasparre. La creatività, altro elemento rappresentativo dell’U.T.E. nell’omonimo corso, abbraccerà vari laboratori da quello d’Arte (G. Viterbo, T. Ciarelli, L. Lasala, M. Monte) a quello di bigiotteria (Rosa Lilli), fotografico (Giovanni Addabbo e Rosangela Mancino), di ricamo e maglieria (Mariella e Lucia Cacciapaglia), di pasta di mais (Antonella Mancino) e taglio sartoriale (Rosanna Prisciantelli).

Tra gli eventi che scandiranno il calendario dell’U.T.E. durante l’anno, la presidente ha sottolineato il primo che si terrà a metà novembre sul tema di Federico II, di cui la relatrice sarà Chiara Curione e nello stesso seminario si terrà la presentazione del libro di Bianca Tragni “Tutte le donne dell’Imperatore”.ute programma11

Terminata la presentazione del programma di quest’anno, sono seguiti brevi interventi di saluto da parte di alcuni docenti: Antonella Mancino, Gianni Mottola, Francesco Giannini che ha chiesto un minuto di silenzio in onore di Vito Osvaldo Angelillo, docente scomparso l’estate scorsa e che aveva dato la sua disponibilità anche per quest’anno accademico al corso di “Storia del teatro”.

Sono intervenuti anche Umberto Mascia, Sergio D’Onghia, Vito Mastrovito e Pino Romano che simpaticamente si è autodefinito “spacciatore di ricordi”, Domenico Paradiso ed infine Francesco Lorusso.

Ricordando ancora una volta che l’inizio delle lezioni è fissato per il 7 ottobre e che per qualsiasi informazione inerente l’iscrizione o il programma ci si può rivolgere presso la sede in via Verdi, 10, auguriamo a tutti i corsisti ed ai docenti un sereno e proficuo anno accademico!

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.