Lunedì 01 Giugno 2020
   
Text Size

FABIO GULIERSI ARTISTA CON LA FOTOGRAFIA NEL DNA-foto

fabio guliersi

fabio guliersi Tra i bozzetti presentati in questa seconda edizione dellePorte dell’Imperatore”, ve n’è uno davvero particolare, ideato da Fabio Guliersi.

Non è tra i prescelti. Nessuno ne vedrà la realizzazione, né forse l’effigie, eppure propone una felice innovazione quel tanto retrò da esser storia, quel tanto futuristica da fare “scuola”: la foto d’arte che di arte si veste, adorna e completa.

Dal dipinto di luoghi e personaggi d’epoca al dagherrotipo, l’immagine reale ha sdoganato la pittura dal suo ruolo di specchio della realtà “reale”, lasciando spazio all’interpretazione e alla creatività tecnico-pittorica. Avanguardie dalle audaci visioni, con surreali geometrie e provocanti nonsense cromatici, da sempre ri-creano l’arte.

La fotografia che inizialmente subisce la monotonia del bianco e nero in tutti i suoi gradienti e ricorre a veline colfabio guliersiorate sciolte nell’acqua per illuminare volti e paesaggi, sceglie nel presente il “non colore” per esaltare sé stessa e danzare tra ombre e chiaroscuri di eleganti e monocordi armonie.

Fabio Guliersi sperimenta felicemente - da autodidatta -, questo immaginifico universo, si lascia sedurre dal linguaggio iconografico e lo adotta per esprimere sentimenti ed emozioni. Non frequenta “scuole” o corsi di fotografia, la sua è una passione indotta. Frequenta luoghi d’arte, ama chi di arte si nutre, si immerge nella bellezza e cerca istintivamente spazi e strumenti per esprimerla.

La fotocamera diviene pretesto di escursioni, rabdomantico talismano per intessere relazioni e condivisioni e catturare la magia delle immagini. E’ con stupore che scopre quanto possano emozionare alcuni scatti, quelli all’inizio “venuti davvero bene” per caso, o resi “surreali” ed unici dal mero, umano errare.

Fabio pian piano prende possesso della tecnica. Con l’umiltà di chi sa di aver tanto da imparare, continua a sfidarsi, ad investire in strumenti sempre più sofisticati e con tenacia tende alla perfezione.

Cura la messa a fuoco di splendidi primi piani, brividi di azzurro increspano le sue marine. Nei suoi scatti la natura domina lussureggiante e vibra di vita e colore, le luci sfidano il diaframma in velocità, irridenti. Né si sottrae alla seduzione della poesia, mentre il soffuso rossore foto fabio guliersidi un’aurora si concede timidamente all’obiettivo, o languidi e fiammeggianti tramonti, nel tentativo di sfuggire al buio, sanguinano nel cielo.

La macchina fotografica e i suoi obiettivi sono ben più di un necessario ingombro o “oggetto” del contendere, sono il “terzo occhio”.

E’ Antonella Lozito la musa ispiratrice delle sue foto più belle, mentre “fotografa” con sapienti pennellate, quel che la mente e lo sguardo le suggeriscono. Fabio cattura la magia della sua creatività, immortalando “creatrice e creatura”. Un connubio perfetto che trova la sua più esaltante concretizzazione nel bozzetto ideato per le Porte dell’Imperatore: una foto scattata durante la Festa federiciana, diviene pelle su cui tatuare arte. Lo sfondo integrato in punta di pennello e qua e là tocchi artistici, la rendono unica.foto fabio guliersi

Potrebbe osare e imporsi nelle vesti di “arte” su foto, ma torna nel suo universo digitale. Qui viene graffiata, levigata, sfumata, ri-costruita pixel su pixel, pronta per esser stampata su tela a grandezza naturale e sfidare lo sguardo.

Guliersi nella fase progettuale “costruisce” un progetto d’arte, lo condivide con Antonella, i loro cuori e le loro anime dialogano e ri-creano una immagine che rispecchia yin e yang, razionalità e fantasia, logica e incanto.

Ora il padre e il suo bimbo testimoniano un momento mai vissuto se non in una virtuale realtà d’arte. Non potranno invecchiare e ingiallire poggiati sul legno, sotto le intemperie, né sfidare la sorte dell’umana follia e del suo grigio furore, imprigionati senza colpa in una delle tante cartelle dell’hard disk.

Inconsapevoli custodi del codice di un nuovo linguaggio, divengono “cover” dello scrigno che tanti altri scatti custodisce, gli stessi che oggi vengono donati ai lettori, affinché tutti possano scoprire quella prossimità artistica che “fotografa” la realtà, cercando di carpirne la segreta bellezza, evocando linguaggi alternativi d’arte.

Commenti  

 
#15 PaperiNICK 2013-09-22 19:45
Vabbè facciamo la pace va'..., io devo uscire, buona serata anche a voi.
 
 
#14 lasciatemi Dalila 2013-09-22 11:18
Beh siamo alla frutta, ora pure Dalila criticate. Posso capire Stoppini che se le cerca le critiche, ma Dalila è la migliore scrittrice di Gioia del Colle. Altro che giornalisti professionisti di chiacchiere da bar.
 
 
#13 PaperiNICK 2013-09-22 07:18
UNA PROROGA SI RENDA NECESSARIA: perchè fra tutte le opere non prescelte per "LE PORTE DELL'IMPERATORE" è stata focalizzata l'attenzione solo su GUILERSI? Non sarebbe stato più opportuno far conoscere tutti gli "artisti" non ammessi e naturalmente le loro opere escluse? Dobbiamo davvero credere che solo GUILERSI ha catturato l'attenzione di DALILA BELLACICCO,e se anche fosse come si spiega la stessa DALILA BELLACICCO che GUILERSI è piaciuto solo a lei? Come ha già scritto qualcun altro, nessuno vuole dare addosso all'artista o presunto tale, ma all'evidente eccessiva enfatizzazione di qualcosa che "stando ai fatti" non risulta poi così eccezionale come si vorrebbe far credere.

La Redazione
Forse perchè era l'unica foto presentata per decorare una delle porte, (e l'articolo parla prevalentemente di foto) mentre gli altri bozzetti sia scelti che scartati erano invece dipinti e non sottoposti alla sua attenzione da chi li ha presentati, a differenza di quello di Guliersi?
 
 
#12 Dalila Bellacicco 2013-09-22 02:23
Alcune precisazioni penso siano dovute, per far chiarezza: non scrivo per “commissione” ma per passione e con totale gratuità. Non sono una giornalista, né ho alcun titolo di cui fregiarmi quando scrivo di Arte o altro… e proprio perché “libera” da condizionamenti, scelgo di scrivere di ciò che mi emoziona e di condividerlo con lettori altrettanto “liberi” di appassionarsi, indignarsi o annoiarsi e “cliccare” su un altro articolo.
Un’ultima nota… non ho usato il termine “artista” all’interno dell’articolo, se Fabio è stato percepito tale, dovrei trarne qualche deduzione?
Infine, a conferma di quanto precedentemente affermato, rimando a tre link relativi ad altrettanti scritti, i primi due su uno dei più grandi fotografi e grafici italiani: Mimmo Castellano (http://www.gioiadelcolle.info/2008/08/28/mimmo-castellano-2/#more-2403), (http://www.gioiadelcolle.info/2011/06/29/mimmo-castellano-io-e-bari-%E2%80%93-1951-1967-passando-per-gioia/) il terzo dedicato a una giovane, ai più sconosciuta, promessa: (http://www.gioiadelcolle.info/2012/02/20/obiettivo-puntato-su-lucilla-pellegrino/)... nessuna "commissione" ma semplice, banale passione!
 
 
#11 PaperiNICK 2013-09-21 21:29
Cattivi pensieri? Vuol dire che Stoppini pretende di sapere i fatti personali meglio dell'interessato. Comunque vorrei informare la redazione che questo è stato il mio "ultimo commento". Mi conforta il fatto che se certi "cattivi pensieri" non li faccio io, li fanno gli altri, e questo ed altri articoli lo hanno dimostrato abbondantemente. Saluti
 
 
#10 PaperiNICK 2013-09-21 15:07
PER REDAZIONE: domanda più che legittima la vostra, purtroppo non è opportuno lavare pubblicamente i propri panni, raccontando "quanti e quali sgambetti" bisogna purtroppo subire in certi ambienti, per pura "invidia". Comunque a mio modo di vedere dal mese di AGOSTO in poi le iniziative fotografiche stanno seguendo a ruota libera "e non a caso...". Se poi alla presunzione di chi scrive sulla propria locandina: "DI FARSI LE RADIOGRAFIE ALL'ANIMA" seguita da un "inopportuno pubblico dibattito" dobbiamo anche leggere quel "nome" affianco a quello di accreditati professionisti,... permettetemi di dire che "mi girano" ed anche parecchio.
GRAZIE PER AVERMI DATO L'OCCASIONE DI DIRE QUELLO BOLLE IN PENTOLA. BUON POMERIGGIO.

La Redazione
Il problema dell'"incomprensibilità" di chi legge però rimane, soprattutto se si continua a lavare panni a destra e a sinistra al chiuso delle proprie case. Ogni tanto le finestre è necessario aprirle, per far arieggiare gli ambienti ben saturi di cattivi...pensieri.
Saluti
 
 
#9 PaperiNICK 2013-09-21 09:21
LASCIOTUTTOEMENEVADO sei un GRANDE! PLUTO sante parole!

REDAZIONE per cortesia fra i nomi dei "professionisti" che tutti conosciamo non metteteci quello di CAPURSO che di professione fa ben altro, altrimenti chi ha commentato prima di me non può che avere ragione su certe vostre "celebrazioni ridicole".

La Redazione
Il riferimento era alla passione, anche di Capurso. Una domanda. Perchè vi accapigliate tanto? Qual è il vero motivo? Sarebbe interessante saperlo, anche per capire cosa bolle nella vostra pentola.
Buon pomeriggio a tutti.
 
 
#8 lasciotuttoemenevado 2013-09-19 11:03
Il punto non è dare addosso all' "artista", appellativo ahimè oramai inflazionato e dispensato con troppa generosità. In un'epoca in cui la ricerca di uno scampolo di notorietà, anche di un solo trafiletto su un giornale è diventato vitale per gli individui della nostra società, è normale mettersi in mostra o cercare di farlo. Ma il punto è che questo articolo è talmente tanto celebrativo senza un apparente motivazione che sembra essere stato commissionato. Che cosa vuole comunicare questo articolo che riempie un discreto spazio del vostro giornale telematico? Di cosa si arricchisce chi legge? Qual è il messaggio giornalistico? E' polemico forse verso la giuria delle porte dell'imperatore? E' rassicurante verso chi vuole scalare la vetta della notorietà? -un giorno diventerai qualcuno anche se questi mascalzoni non ti meritano!- Quindi il problema non è Guliersi che speriamo faccia ancora tanta esperienza probabilmente anche relazionandosi con altri bravi ed eccellenti(non artisti) appassionati di fotografia e arte; il problema è di questa redazione e presunti giornalisti che la compongono che è ridicola fino all'inverosimile. Perdonatemi ma questa dichiarazione è assolutamente spassionata e non chiedetemi di firmarla, vi basti sapere che mi piace il bello e l'interessante.
Buon divertimento.

La Redazione
Certo, sicuramente te stesso. Questo è più che evidente.
Buona giornata, anche a te.
 
 
#7 Fabio Guliersi 2013-09-16 22:22
Grazie a tutti per i vostri commenti e per le vostre critiche per me costruttive... si è vero,lo ammetto, io rispetto ai grandi nomi della fotografia non sono nessuno... faccio altro nella vita che mi da da vivere... ma la passione che metto quando sto dietro ad un obiettivo beh quella credetemi non è da meno rispetto a quella dei nomi blasonati dello scatto... per il resto che dirvi... sono felice di leggere i vostri commenti cari Pluto & C. perchè come una volta disse qualcuno... nel bene o nel male... l'IMPORTANTE E' CHE SE NE PARLI !!!
 
 
#6 mancinoc. 2013-09-16 16:26
sig guliersi se lei per qualche scatto fatto discretamente si sente un fotografo _ artista ,mi definisca gente come ricatti,losito ecc.......

La Redazione
Non per fare l'avvocato del diavolo, e senza nulla togliere alla bravura di nessuno, ma c'è una sostanziale differenza, quindi non da poco, con questa tua associazione di nomi. Loro sono dei professionisti al 100%, Guliersi lo fa, come direbbe qualcuno, a tempo perso, ma con la stessa passione che anima i vari Ricatti, Losito, Capurso, di cui abbiamo anche scritto, e così via. Detto questo, qual è il vero problema, la vera ragione, che vi spinge a fare queste critiche?
Saluti
 
 
#5 Pluto 2013-09-16 14:40
Si fa presto a dire ARTISTA !!!!!
 
 
#4 Fabio Guliersi 2013-09-16 10:25
Innanzitutto GRAZIE MILLE per l'Articolo...grazie a te Dalila, non potevi descrivermi in modo migliore e non potevi interpretare meglio il mio mondo, i miei scatti e ciò che voglio trasmettere, rappresentare... Signor "Senso", non che la Redazione abbia bisogno di esser difesa ma...leggo testualmente:" Non è tra i prescelti, nessuno ne vedrà la realizzazione..." più chiaro di così... e poi, tanto per risponderLe caro Senso, un articolo su di me, un intero articolo su di me, il mio mondo, i miei scatti, le mie passioni artistiche e Lei si fissa e si sofferma con le sue critiche su poche righe su di una porta non realizzata? Legga tutto l'articolo, guardi i miei scatti e li commenti... apprezzerò le sue critiche anche negative perchè per me saranno fonte di migliorìa... magari riuscirò a crescere e chissà... provocare in Lei una passione verso il mondo fotografico nel caso già non l'avesse... fotografia è arte e passione ... io sto cercando di dare un "senso" a ciò che faccio mettendoci l'anima... visto il suo nick, ci provi anche Lei ... Buona giornata.
 
 
#3 SensO? 2013-09-16 08:46
A un altro commento inviato.
Ripropongo qualora non fosse pervenuto:
La domanda non era tendenziosa ma si voleva solo ricevere un chiarimento in merito. Sicuramente saranno stati presnetati altre bozze mi chiedevo quindi come mai non sia stato fatto un articolo anche per le altre bozze non realizzate

La Redazione
E tu perchè ce l'hai tanto con Fabio Guliersi? Rispondi però con il tuo vero nome.
Saluti
 
 
#2 SensO? 2013-09-16 08:34
noto con piacere che pubblicate solo quello che volete

La Redazione
A cosa ti stai riferendo? Il tuo commento precedente risulta pubblicato. Quindi?
Buona giornata, a tutti.
 
 
#1 SensO? 2013-09-14 17:58
NOn è ben chiara una cosa. Ma questa porta è stata fatta o non è stata fatta? Se si in quale via.?
Se no che significa questa articolo?
Grazie per le rispsote

La Redazione
Stante i contenuti molto chiari, "Non è tra i prescelti. Nessuno ne vedrà la realizzazione, né forse l’effigie", la tua sembrerebbe essere una domanda fin troppo tendenziosa. E in questo caso, ricordando il grande Marzullo, "fatta una domanda, datti la risposta".
Buona serata.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.