Mercoledì 05 Agosto 2020
   
Text Size

“GIOIA DEL COLLE. UNA CITTÁ MILITARIZZATA”

eurofighter-in-volo-su-gioia-del-colle

Riceviamo e pubblichiamo.

(foto di repertorio)

Commenti  

 
#28 TEO 84 2013-09-10 12:28
No, ancora non ci siamo...
ancora e sempre le solite accuse;per fortuna che i servizi segreti americani (così dichiarano, anche se non del tutto credibili) sostengono che le torri gemelle siano state colpite da Al-qaeda, altrimenti qualcuno avrebbe attribuito la colpa al 36° Stormo e ai suoi aerei...

:eek: :eek: :eek:
 
 
#27 F. Giannini 2013-09-09 17:19
Militari ed ex del 36°Stormo, abitanti a Gioia: avete cura della salute vostra e di quella dei vostri familiari?
Non si direbbe, visto che, oltre al quasi assoluto silenzio dei politici e a quello di grandissima parte dei gioiesi non ho visto alcun passo da parte vostra. Forse non avete figli, parenti vicini a cui garantire un futuro in cui la salute è il primo bene da tutelare oltre a quello di un posto di lavoro?
Tutti insieme dobbiamo batterci sia per la sicurezza locale,nazionale e internazionale ( che le forze armate in parte garantiscono con la loro opera ) sia per la tutela del fondamentale diritto alla salute, entrambi propugnati dalla Costituzione.
Facciamo fronte unico e battiamoci perché siano garantiti i diritti costituzionali: in primis la salute, che nel nostro territorio sta venendo meno.
 
 
#26 F. Giannini 2013-09-09 16:13
Caro cittadino,
non ci importa un fico secco se abbiamo i complimenti dagli alleati americani e in cambio di pesanti servitù militari abbiamo inquinamento acustico, atmosferico e probabilomente anche un'escalation di diffusione di tumori, senza avere un presidio sanitario che possa tutelare la salute dei cittadini gioiesi e degli stessi militari che operano nel 36° Stormo ( verso i quali va il mio apprezzamento per il lavoro che compiono ed il rischio che corrono per garantire la sicurezza dei nostri cieli ).
Più che i complimenti di personaggi extra Italia occorerebbe un maggior rispetto dalle istituzioni regionali e nazionali per una cittadina di circa 29.000 abitanti, sul filo del rasoio di rischi guerra e salute per i suoi abitanti.
I complimenti sono parole che volano, la salute, una volta compromessa, non la si recupera più o non certo facilmente.
Siamo poi l'unico caso in Europa, e forse nel mondo, che ha una base aerea altamente operativa a circa 500 metri dall'Ospedale e quindi dal paese e ti lascio immaginare i rischi che incombono su di me, su di te e su tutta la popolazione!
In quanto ai benefici di cui parli credo sia poca cosa, visto che i nostri negozi chiudono, a favore dei grossi centri commerciali siti in altri Comuni e affollati anche dai gioiesi ( anche questo causa della miopia dei nostri governanti in tempi passati).
 
 
#25 TEO 84 2013-09-09 15:22
L'altra notte sono stato svegliato da un forte boato che ha fatto tremare sia i vetri che il soffitto della mia stanza da letto.
Nei giorni scorsi,dopo aver letto i vari "articoli e commenti" riguardo la "cosiddetta città militarizzata", ho subito pensato fossero i caccia militari che con i loro potenti motori irrompono tante volte la nostra quiete;
Mi sono molto spaventato e avevo il cuore a 1000, tremavo...
Era l'inquilino del piano di sopra che tirava lo sciacquone del suo cesso.
Capisco e rispetto in pieno la libertà di pensiero e la libertà di espressione anche attraverso il canale della pubblica informazione, quali giornali o portali web, ma quando non si hanno articoli da commentare o avvenimenti e fatti da raccontare alla cittadinanza è inutile scrivere articoli che mirano ad un bersaglio fin troppo messo sotto accusa per qualsiasi avvenimento accaduto.
Ogni piccola vicenda che accade, dai boati sotterranei ai terremoti e dai timori di attacchi di genere terroristica all'inquinamento acustico e ambientale c'è sempre il "Glorioso 36° Stormo di Gioia del Colle" di mezzo.
Pensate a scrivere un articolo che riguarda un pò le nostre strade pietose ( vedi il canale di raccolta acque piovane posto all'incrocio che dà verso la via di Santeramo).
Più sta quella griglie e più tende a cedere abbassando il suo livello sempre più...
Un giorno il muso della macchina di qualche cittadino (speriamo non di un turista altrimenti...) rimarrà piantato nel canale.
Ecco perchè gli aerei ci sono molto utili a Gioia del Colle.
:lol: :lol: :lol:

La Redazione
Più che lo sciacquone il suo inquilino avrà tirato la catena di una piscina, per aver prodotto quegli effetti descritti. In quanto ai boati è meglio non scherzarci su. Troppo seria ed estesa la faccenda perchè si possa far finta di niente. Le buche? Nonostante i numerosi articoli pubblicati e le centinaia di foto allegate, non si è riusciti a cavare un ragno dal "buco", ovvero far sì che gli amministratori risolvessero definitivamente questo annoso problema.
Buon pomeriggio a tutti.
 
 
#24 franco m 2013-08-30 10:38
Cari colleghi militari, rispetto le vostre opinioni, ma occorre essere onesti. Gioia è un obiettivo militare a meno di 1 km dalla base militare. Con i nostri aerei scarichiamo quintali di gasolio addosso alla popolazione e sui loro terreni. Abbiamo scelto la vita militare non tanto per amor di Patria, ma al 90% per problemi occupazionali e per lo stesso motivo economico andiamo nelle missioni all'estero. Siamo schiavi dell'America che quando ha le fabbriche ultrapiene di armi decide di andare ad attaccare qualcuno riempiendo le TV di immagini e notizie false: armi chimiche in Iraq (mai trovate), attacco a Bin Laden (ex amico, prima rifornito di armi dagli americani), attacco a Geddafi,ecc..., una strage umana autorizzata ed economica che a nulla è servito, in quelle nazioni non c'è ancora pace e continuano gli attentati come e ancor più di prima e noi siamo ancora lì con i nostri super costosi presidi militari.
Aboliamo la NATO e affiadiamo tutto all'ONU in modo che tutte le Nazioni hanno il giusto peso decisionale.
So benissimo che ogni bravo lavoratore difende la propria azienda, ma occorre dire la verità... ed avere la coscienza pulita durante la nostra esistenza in questo Mondo.
A cosa servono tutti questi eserciti a far esercitazioni a vuoto, perchè non ridimensionarli e metterli a servizio costante della popolazione per ridurre la delinquenza?
La nostra Patria è il Mondo è l'Universo, le guerre creano solo parvenze temporanne di pace e covano altro odio...
Ogni popolazione deve maturare lentamente la sua coscienza sulla democrazia è libertà, non si può imporre la democrazia. Nella vecchia Unione Sovietica non è andata la Nato... ad imporre la democrazia, ma è maturata all'interno della stessa gente.
Mi dispiace per chi non condivide, ma è questa la libertà di pensiero...
 
 
#23 Jack Sparrow 2013-08-28 23:23
@siete dei campioni

Visto che vuol far credere ad altri di saperla così tanto lunga, faccia una cosa: parli solo Lei, così impareremo tutti qualcosa, possibilmente in chiave rigorosamente marxista (data l'estrazione dell'unico autore da Lei citato, che conosco ma non condivido particolarmente). Se Lei cita orientamenti "a senso unico", ogni discorso è riduttivo e non può che perdere di prospettiva e contraddittorio, e non può esistere ed insistere un confronto. Quindi, il suo, è un atteggiamento che si dimostra di parte. Se ha fatto caso, giusto per puntualizzare, io Le ho citato tre Storici di differenti estrazioni ideologiche (se li conosce). Mi sorge il dubbio che Lei possa essere una di quelle persone tanto alla moda ultimamente, per le quali o si è concordi con le sue posizioni, oppure iniziano a partire addirittura le offese sul piano intellettuale o ideologico o culturale (e questo non Le è consentito). Quindi mi pare proprio che Lei si sia qualificato da solo. Sarebbe un vero peccato se Lei fosse come Alberto Asor-Rosa (anch'egli marxista) che ha ultimamente affermato che solo a sinistra può esistere una superiorità intellettuale e culturale e, magari, tutto il resto è m...a, non le pare? Troppa intollerabile arroganza in una posizione simile! Se Lei condividesse certe metodologie, seppure propugnate da cotanto Professore universitario completamente e dichiaratamente politicizzato, farebbe davvero bene a soggiornare in Stati ancora dominati da tanto "amabili" ideologie, così tanto per provare cosa significa vivere in uno Stato marxista e totalitario, dove passi un guaio nero se dici ad un altro che spara c.....e; ma non in Italia, dove fino a prova contraria c'è ancora la democrazia (comoda per discutere e confrontarsi, ma non offendere) ed ognuno può sparare c.....e, come le chiama Lei. Ma ciò non significa che, con questo, il suo pensiero e le sue parole debbano essere da altri considerate "Vangelo". Come non lo penso per le mie idee, sinceramente. Comunque questa polemica è ormai diventata sterile e per me tediosa e ... mi sono stancato di risponderLe. Non ne vale la pena, anche perchè stiamo scantonando verso un confronto personale inutile e lontano dal tema principale dell'articolo proposto dalla Redazione: l'esistenza delle Forze Armate per quella che io, ancora oggi ed a dispetto delle "mode" e delle espressioni democratiche "di tendenza", chiamo ancora Patria e non "Stato" o "Nazione". Lei l'Italia come sente di doverla chiamare? Palpita per l'Italia solo durante i campionati del mondo di calcio? Su questa semplice differenza ci sarebbe molto da dire e, pertanto, un "corso di civiltà" potrei farlo io a Lei (e non il contrario). Tuttavia, parliamo due lingue ed abbiamo due modi di affrontare gli argomenti e gli interlocutori del tutto diversi, e Lei non ha sufficienti orecchie per ascoltare e una mente tanto sgombra da pregiudizi per discuterne. Per cui: buon monologo.
 
 
#22 siete dei campioni 2013-08-28 21:43
Sparrow.. ha ragione non è colpa sua.. se ha problemi con la comprensione del testo. 1) non le ho dato del fascista, c'e' scritto ben altro eh. 2) Hobsbawm non è wikipedia. Sta parlando di nulla. Mi ripeto, se non sa di cosa sta parlando.. perchè parla?
 
 
#21 Jack Sparrow 2013-08-28 16:30
@siete dei campioni

Se lei non è comunista anch'io non sono (come cerca di definirmi) "fascista nazista totalitarista e chi più ne ha più ne metta". Se come lei afferma, ragiona con la propria testa, mi pare riduttivo dover consultare wikipedia come fonte bibliografica. Dunque dovrà motivare diversamente la sua libertà di pensiero. Per la conoscenza e per ragionamenti sulla storia dell'uomo, mi pare una fonte quanto meno riduttiva, se non misera. Per altro, visto che noi siamo calati nella storia attuale (quindi la viviamo), è limitativo riferirsi ad analisi più o meno retroattive, dovendosi basare al contrario sulla capacità dell'analisi personale e del ragionamento con la propria testa su fatti, uomini ed avvenimenti attuali, dunque ancora in vita ed operanti. Solo in tal modo, per quanto di mia opinione, c'è una minima possibilità di interpretare l'andamento della tragica storia dell'uomo. Io mi sforzo di farlo consultando ben altre fonti bibliografiche. Le consiglieri caldamente gli scritti di Herbert A. Fisher. Potrebbero essere illuminanti ed educativi, al pari di quelli di De Rosa o De Felice. Quindi ... grazie. Ma la sua "lezioncina" non posso accettarla, perchè non è riuscito a convincermi che pensi solo con la sua testa. Mi dispiace, ma penso proprio che abbiamo letto libri diversi e a me francamente wikipidia (con tutto il rispetto) non interessa e non la ritengo una fonte di riferimento. Magari potrà anche essere divertente da leggere, ma non è una fonte bibliografica accreditata. Non andrebbe bene neanche per insegnare la storia illustrata ai bambini della materna, con i fumetti della Disney. Buon pomeriggio.
 
 
#20 siete dei campioni. 2013-08-28 13:59
jack spar.... non sono comunista nè predico il comunismo. Sono solo una persona abituata a pensare con la propria testa, e di lei non so se potrei dire proprio la stessa cosa ( mi è bastato dire che la nato fa gli interessi americani per sentirmi dare della comunista..quando, in realtà, sto riportando solo concetti alla base di un qualsiasi libro di STORIA. E' come se le dicessi che lei predicando la guerra è un fascista nazista totalitarista e chi più ne ha più ne metta). LA NATO NON HA UN'UTILITà che superi i confini USA. La prego di leggere qualcosina in più e non di fare il peggior pappagallo delle peggiori reti televisive italiane. Guardi. Se ne faccia una ragione.. 'un serve. ha un costo e non un'utilità. men che meno "un'utilità pacifica" La prossima volta jack le prometto anche un corso sul concetto di civiltà. Le consiglio http://it.wikipedia.org/wiki/Il_Secolo_breve . saluti.
 
 
#19 Jack Sparrow 2013-08-27 18:17
@siete dei campioni

Dire c.....e: ... dipende dai punti di vista! Se di fronte ai rischi che la moderna società umana SI sta creando, dati i vari focolai di guerra e contrapposizione di ideologie e civiltà, c'è qualcuno tanto più sagace e tanto più capace di chi dice c.....e, dato il maggior spirito pacifista, civile e progressista spieghi, appunto, come si fa a pacificare il mondo. Tutti penderanno dalle labbra di tali "Soloni". E' un po come quando si parla accesamente di progressismo e di comunismo, rispetto ad altre ideologie. Sono tanto curioso di vedere se questi pacifisti e progressisti dell'ultim'ora sarebbero tanto coraggiosi con se stessi e con gli altri, per dimostrare il proprio valore prendendo un volo di sola andata per la Corea del Nord o la Cina o, attualmente, la Siria. Andate colà per godere dell'ideale comunista, progressista o per mettere pace fra le varie fazioni islamiche, visto che siete tanto bravi a parlare e dimostrate il vostro pacifismo e progressismo al mondo intero. Magari iniziando dai diplomatici delle varie nazioni che hanno miseramente fallito in più di un'occasione nel corso della storia umana. Resta solo da vedere se tutti i bravi ed ideologicamente preparati "progressisti e pacifisti all'italiana", avrebbero vero piacere a vivere immersi nella materializzazione di certe ideologie e tragedie dei popoli che, da troppi anni, lasciano parlare il mondo intero in senso non certo positivo, mietendo giornalmente le vite di quegli uomini! ... Oltre a rappresentare un pericolo potenziale (ma sempre presente) per il mondo intero (ricordi le recenti minacce di attacchi nucleari da parte della Corea del Nord o dell'Iran?). Date le tue capacità, indiscusse ed indiscutibili, vacci tu a parlamentare (per esempio) con il "cicciobello" nord-coreano Kim Jong-Un e convincilo a fare il bravo ed il civile, rispettoso delle altre popolazione e civiltà. Vediamo se ti da ascolto e se tu passerai alla storia (insieme a tanti altri che la pensano come te), come il pacificatore del mondo. Quindi, in sintesi: le c.....e chi le spara più grosse?
 
 
#18 siete dei campioni. 2013-08-27 10:57
magari siete anche convinti che gli f35 siano stati un saggio acquisto? Mah. a parte tutto..La Nato ha come oggetto dell'alleanza "la difesa collettiva" ( fonte wikipedia)direi... la difesa CHE LA collettività DEVE AVERE degli interessi americani. quindi non diciamo ca...te, la Nato non serve di certo a far la pace. statemi bene.
 
 
#17 Curioso 2013-08-25 15:43
Ma quindi basta mandare una lettera a Gioianet.it per farla pubblicare? È un sito di libero pensiero o di notizie di Gioia del Colle?

La Redazione
E' un sito libero da qualsiasi vincolo, non solo di pensiero. Oltre che libero di decidere la sua linea redazionale.
Saluti
 
 
#16 Jack Sparrow 2013-08-25 11:52
Personalmente ritengo che Lei sbagli. Non perchè io sia un troglodita guerrafondaio e Lei un illuminato della pace. Semplicemente perchè ogni Stato è dotato di Forze Armate e l'uomo, nel corso dei millenni, si è sempre dotato di mezzi atti alla difesa del proprio territorio. Modernamente l'Italia non è dotata di Forze Armate paragonabili a quelle di superpotenze, ma fa parte di un'alleanza (NATO), alla quale aderiscono tante altre nazioni militarmente più dotate della nostra, con le quali sono stati stretti dei patti di alleanza e di cooperazione. E' semplicemente la storia dell'umanità che continua. Nulla di più. Se poi vogliamo pensare di difenderci da eventuali attacchi esterni con le belle parole, le bandiere arcobaleno o dei fiori nei cannoni, ebbene qualcuno sta sbagliando. Perchè di fronte ad un eventuale aggressore determinato a porre in atto azioni militari contro l'Italia (ipotesi), certo non varrebbe la piangeria e l'implorazione di desistere dai propri propositi in nome di una tradizione pacifista e mai belligerante. Anche gli Stati più piccoli -in piccolo- hanno le loro Forze Aramate. Alcuni esempi?: Malta, la Svizzera le Filippine, ecc.. Anche se piccoli, secondo Lei, non hanno diritto ad esercitare e mettere in atto le misure ritenute più opportune per la difesa dei confini della Patria? Per esempio: Lei sa che in Svizzera ogni uomo abile fa parte della milizia nazionale, è dotato di armi da guerra-divisa-materiale da casermaggio-derrate alimentari personali e per la propria famiglia presso la propria abitazione, ed è arruolato per anni fino a che la condizione fisica e l'età lo permettono? Per caso, è a conoscenza anche del fatto che, sempre in Svizzera, la maggior parte delle abitazioni indipendenti e condomini, sono dotati di bunker anti-atomici autosufficienti e revisionati costantemente? Vogliamo forse affermare che la ridente Svizzera sia una Nazione, per questi metodi da anni applicati per Legge Federale, incivile e guerrafondaia? Io penso proprio di no. Semmai, potrebbe essere stupida e contro la natura storica dell'umanità una posizione di annullamento di qualsiasi forma di difesa del singolo, della popolazione e dei confini della Patria, di fronte ad un ipotetico aggressore. Pertanto che le Forze Aramate Italiane esistano, non è una vergogna o una cosa inutile. E' giusta ed è leggittima, al pari di quanto da riconoscere per altri Stati. Se poi, qui a Gioia, abbiamo un importante e glorioso impianto militare e qualcuno è disturbato da tutto ciò, piuttosto che gridare allo scandalo e alla smilitarizzazione, può anche cambiare residenza e domicilio. Perchè l'interesse collettivo prevale sempre su quello individuale o di pochi. Rimanere sguarniti ed indifesi, a mio parere, è solo da stupidi e non rappresenta certo una forma di evoluzione sociale. Perchè, se noi italiani dovessimo smantellare le nostre Forze Armate (per difesa), sia certo che ci sarà sempre qualcuno che continuerà ad armarsi oltre confine.
 
 
#15 stefano 2013-08-24 22:01
SIGNOR Roberto, la invito a condividere con chi ne ha la possibilità l'appartamento e poi mi faccia sapere .Nessuno vuole la guerra e soprattutto mi permetto di dirle che probabilmente i bambini hanno ricevuto molto più da chi indissa la divisa piuttosto che la bandiera arcobaleno.
Ps quando vuole sempre disponibili a un confronto pacifico e senza casco.
 
 
#14 Donato Leo 2013-08-24 13:26
Signor Roberto, vedo e leggo che i commenti dei vari lettori, sono a suo sfavore. Rispetto tuttavia la sua idea, ma non posso sposarla. La saluto.
 
 
#13 EX 36°STORMO 2013-08-24 12:05
VORREI RICORDARE AL SIGNOR ROBERTO CHE L'AEROPORTO HA DATO TANTI BENEFICI ALLA CITTADINAZA SENZA RICEVERNE IN CAMBIO.RICORDO CHE NEGLI ANNI 60-7O LA CITTA' ERA FREQUENTATA DA CENTINAIA DI MILITARI IN LIBERA USCITA TUTTO A VANTAGGIO DI BAR E QUELLE POCHE PIZZERIE ESISTENTI SENZA CONTARE ALTRI NEGOZI IN CUI EFFETTUARE QUALCHE ACQUISTO.LA NORMALE SPESA QUOTIDIANA, VENIVA EFFETTUATA NEI NEGOZI ALIMENTARI DI GIOIA E VARI MATERIALI OCCORRENTI PER NORMALE ATTIVITA'DELL'AEROPORTO VENIVA ACQUISTATO SEMPRE A GIOIA TUTTO A VANTAGGIO DELL'ECONOMIA LOCALE.INOLTRE DICO AL SIGNOR ROBERTO CHE QUANDO LUI INSIEME AI SUOI CARI TRASCORRE GIORNATE TRANQUILLE NELLA ROUTINE QUOTIDIANA IN AEROPORTO QUALCUNO VEGLIA SULLA SUA INCOLUMITA' EVITANDO CHE INTRUSI VARI VENGANO A" DISTURBARE"LA SUA GIORNATA.RIGUARDO ALL'AEREO POSTO IN MOSTRA STATICA ALL'INGRESSO DI GIOIA DEL COLLE VICINO ALL'EX OSPEDALE DI GIOIA FACCIO PRESENTE CHE E' UN'AEREO DA ADDESTRAMENTO CHE NON HA MAI FATTO DEL MALE A NESSUNO MA BENSi' ADDESTRATO I PILOTI A MANTENERE LA "PACE:PERCHE'QUESTO E' IL RUOLO DELL'AERONAUTICA MILITARE"CONTROLLARE IL NOSTRO SPAZIO AEREO.RIGUARDO AI FAMOSI TRASPORTI NON SONO TRASPORTI MILITARI MA CIVILI DOVE VENGONO IMPIEGATI MILITARI PER LA SICUREZZA, MA SI VEDE CHE IL SIGNOR ROBERTO NON HA SVOLTO IL SERVIZIO MILITARE E NON PUO' CAPIRE COSA SIGNIFICA INDOSSARE UN'UNIFORME.FIERO E ORGOGLIOSO DI AVER SERVITO LA PATRIA IN SERVIZIO AL GLORIOSO E INVINCIBILE 36°STORMO
 
 
#12 cittadino 2013-08-24 11:05
Caro Giannini
Si ricordi che Gioia è il fiore all'occhiello dell'Aeronautica Militare.
Si ricordi la centralità che abbiamo avuto durante la Guerra del Golfo, durante la Guerra in Afghanistan.
Ricordo celeberrimi comandanti dello Stato Usa che sono venuti qui a Gioia del Colle (un onore per me ricevere il comandante USA nel '92 in una cittadina con poco meno di 30.000 abitanti), ricordo la stima che hanno espresso nei confronti della cittadina e dei cittadini, e come grazie alla loro testimonianza, la nostra cittadina è conosciuta in tutto il mondo.
Ricordo come nello scacchiere nazione la base aeronautica di Gioia del Colle è seconda solo a Pordenone.
Ricordo inoltre come la base abbia sicuramente apportato soldi da parte dei militari che, seppur non gioiesi, per diversi motivi dovevano spendere presso le aziende di Gioia del Colle.
Ricordo anche che molti militari hanno acquistato case a Gioia del Colle, facendo girare dei soldi nella nostra cittadina.
Le ricordo anche le diverse aziende gioiesi che costituiscono l'indotto, che hanno preso diverse commesse presso l'Aeronautica di Gioia del colle.
Un ultima cosa: i patti devono essere rispettati, cioè siamo una base nato pertanto dobbiamo offrire i nostri territori per la pace nel Mondo.
Non possiamo una mattina svegliarci, far finta che non ci siano stati patti a cui l'Italia ha preso parte, e contestare fatti e azioni già stabiliti da tempo con trattati internazionali.
 
 
#11 Luisa Pavone 2013-08-24 10:38
Come al solito anche su questo argomento, delicato e affascinante emergono le due Italie. Quella ideologica ed emotiva e quella pragmatica e cinica. Concordo largamente con l’autore dell’articolo e con il Prof. Giannini. Sono contro la banale e consumata definizione “Se vuoi la Pace, prepara la Guerra” la ritengo assurda perché non suffragata da opportune e soddisfacenti argomentazioni e comunque, qualora ci fossero ,nettamente inferiori a quelle che invece dimostrano come solo la Pace tra i popoli e la non violenza garantiscono lo sviluppo dell’Uomo. Basti vedere le immagini che ci giungono dalla Siria. La Guerra innesca spirali di violenza inaudite che hanno portato , in passato all’uso della bomba atomica, adesso in Siria all’uso di armi chimiche. Non c’è nessuna giustificazione ….la Guerra è solo ORRORE e MORTE.
Coloro che si illudono di essere ben difesi da aeroporti, corazzate, missili e altre porcherie o sono stupidi o in mala fede. Io vedo che l’apparato militare è invece anch’esso una CASTA e come tale gode di benefici che in questi tempi di crisi sono amorali. Spiagge private, convenzioni con negozi, feste riservate, case a buon prezzo ecc. ecc...rimanendo rigorosamente separati dalla vita e dai problemi della città che li ospita. Sono questi i privilegi che invece fanno gola a chi a quella casta appartiene. Credo che costoro una bella e profonda riflessione sulle ragioni della PACE e della GUERRA non l’abbiano mai fatta , semplicemente, perché non gli conviene.
Vai avanti Roberto qui a Gioia c’è e ci sarà materiale per le tue ricerche ambientali, sociologiche e antropologiche…purtroppo!
 
 
#10 Da militare 2013-08-24 07:05
Se vuoi la PACE, prepara la GUERRA! Fiero di avere il il 36° stormo nel mio paese!
 
 
#9 F. Giannini 2013-08-23 21:50
Caro cittadino,
ma di quali benefici parli?
Dell'aumento del costo delle abitazioni, verificatosi in passato per la forte richiesta di appartamenti da parte del personale militare operante nella base gioiese? Dell'aumento delle spese da parte dei militari ( che per quanto riguarda il settore alimentare si servivano dello spaccio interno )? Dell'aumento dei posti di lavoro ( in gran parte i militari provenivano da altri paesi )?
Dell'aumento vertiginoso dell'inquinamento atmosferico ed acustico provocato da aeromobili italiani e dei paesi della Nato durante le continue esercitazioni o interventi militari di pace ( Ex Iugoslavia, Kossovo, prima e seconda Guerra del Golfo, crisi libica )?
Dello scampato pericolo nel 1963 di un conflitto atomico, per la presenza a Gioia di missili americani Jupiter?
Degli aerei spia stranieri che spesso sorvolavano e sconfinavano nei nostri cieli ( ricordo il Mig bulgaro caduto sulla provinciale Gioia Acquaviva )?
Perché non elenca i benefici di cui parla con tanto fervore senza citarne uno solo? Le ricordo che Gioia è esistita anche senza l'aeroporto; basta ricordare che al di fuori della nostra regione Gioia è da sempre conosciuta come la città federiciana ( castello ), quella del vino primitivo, della mozzarella e della banda, senza citare i numerosi centri archeologici.
Vorrei ricordarle, una tra le tante pagine di orgoglio cittadino, che nel 1900 Gioia, unica tra le città del Sud fu invitata a rappresentare l'Italia, insieme alle città di Torino e di Livorno, alla Esposizione Internazionale di Parigi e che in tale occasione tra le altre cose fu presentato il progetto dell'Edificio Scolastico Mazzini, che fu ritenuto scuola modello per le altre nazioni europee.
Ecc. ecc. ecc...
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.