Giovedì 02 Luglio 2020
   
Text Size

MUSEO DELL’ARTE CONTADINA. PROGETTO DA 250.000 EURO

museo-arte-contadina6.jpg-pp

museo arte contadina gioiaNonostante venti “contrari” soffino da più parti su Giunta e Amministrazione, l’assessorato alla Cultura veleggia a gonfie vele, sull’onda di prestigiosi progetti che porteranno a Gioia le risorse necessarie per far decollare il Museo dell’Arte contadina.

DistillART- Museo interattivo dell’arte contadina” è l’importante attività progettuale svolta nell’ambito dell’Assessorato alla Cultura in sinergia con il CNR e professionisti locali per la partecipazione al Bando Telecom Italia su ‘Beni invisibili. Luoghi e maestria delle tradizioni artigianali’.

Un lavoro che ha portato alla stesura ed alla presentazione nei termini fissati dal bando (15 luglio, poi spostati al 31 luglio) del progetto dal titolo “DistillART- Museo interattivo dell’arte contadina” con un contributo richiesto di € 250.000,00. Il progetto - dichiara con orgoglio ed entusiasmo Piera De Giorgi - prevede la realizzazione di un museo dell’arte contadina ed industriale, sia fimuseo arte contadina vito santoiemmasico che virtuale, che sarà corredato delle principali forme di condivisione della cultura attraverso il web e l'informatica, e verrà ubicato all'interno della distilleria “Cassano” a Gioia del Colle”.

“L'allestimento del museo in tale sito nasce dalla volontà del dottor Vito Santoiemma, il quale ha deciso di mettere a disposizione dell'intera comunità la propria collezione di antichi reperti, manufatti ed attrezzi vari, frutto di un'attività certosina di raccolta e recupero su tutto il territorio”.

Una opportunità preziosa per la città sia dal punto di vista storico e culturale - è una delle più ricche collezioni della nazione - che dal punto di vista turistico e didattico, essendo la maggior parte dei macchinari perfettamente funzionanti, da noi promosso nel corso degli anni in diversi articoli (“CULTOUR” VISITA MUSEO DELLA CIVILTÁ CONTADINA-foto ), (PORTE APERTE AL “MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA”).

Dopo una accurata fase di inventario e di catalogazione dell'inquadramento storico-funzionale di ogni reperto, il museo si configurerà come tappa obbligatoria di un percorso turistico relativo all’intera area, che coinvolgerà non solo i principali monumenti cittadini come il Castello Normanno-Svevo ed il sito archeologico di Monte Sannace, ma anche altre bellmuseo arte contadina artigianoezze artistiche, paesaggistiche e folkloristiche tipiche della Valle d'Itria. Il progetto - continua la De Giorgi - ha come unico scopo quello di valorizzare il patrimonio storico-locale, riscoprendo le antiche tradizioni del territorio di appartenenza, attraverso tutte quelle forme di condivisione e di accesso alla cultura, rivolto alla fruizione di un numero sempre più crescente di utenti”.

Questi i punti “forti” del progetto: riqualificazione della Distilleria Cassano, con interventi di recupero funzionale; inventario e la catalogazione dei “pezzi” della ricca collezione del dottor Santoiemma; trasferimento delle attrezzature voluminose e delicate con successivo allestimento ed esposizione all’aperto dei macchinari ingombranti; creazione di un sito web illustrativo, collegato a diversi social network, una enciclopedia on line che illustri strumenti e maestranze, produzione di e-book multimediali e utilizzo di applicazioni per smartphone e tablet, una passeggiata virtuale per “temi” all’interno del museo diffusa capillarmente nel web, corsi di formazione tenuti da maestri artigiani all’interno della distilleria per trasmettere alle nuove generazioni passioni e competenze ed infine la creazione di eventi, conferenze, fiere e sagre che valorizzino questo patrimonio. Un progetto ambizioso, che forse richiederà l’impiego di maggiori risorse, pur sempre un passo avanti ed un atto di grande e buona volontà, dopo le tante illusioni e disillusioni degli anni passati.

 

Commenti  

 
#4 FILIPPO MILANO 2013-08-03 10:44
Noi siamo stanchi delle vostre promesse, il progetto Distilleria Cassano è nel cassetto nn so da quanti anni e tutti continuano a riempirsi la bocca continuando a non far niente di concreto.Un caloroso ringraziamento e abbraccio al Dott. Santoiemma, unico artefice di tutto questo splendido patrimonio.Da sempre le istituzioni hanno ignorato le sue iniziative e le sue idee ma per fortuna, LUI, continua a coltivare questa sua splendida passione.Un grazie d'esistere è rivolto solo a lui...GRAZIE al nostro amico e padre Dott. Santoiemma.
P.S. Tutto il resto è NOIA
 
 
#3 Pulitzer 2013-08-02 23:58
Quanti falchetti già svolazzano intorno alla promozione "virtuale" sentendo odor di migliaia di euro! Mi chiedo se saranno ancora una volta premiati i soliti noti (amici) o sarà dato lavoro a chi lo merita. Qui ci vogliono anche braccia, non solo pc!
 
 
#2 Pluto 2013-08-02 21:23
Sono in uno stato confusionale.
Stiamo diffondendo notizia di un Progetto di 250.000,00 Euro che è lì lì per concretizzarsi, oppure stiamo dicendo che forse si realizzerà ?
Grazie.

La Redazione
I contenuti dell'articolo dovrebbero dirimere in partenza questo amletico dubbio. Basterebbe guardare la data di scadenza per la presentazione dei progetti proposti. L'augurio, nostro e di tanti cittadini che hanno avuto la possibilità di visitare il museo in questione, messo su grazie alla passione di Vito Santoiemma, è che quanto proposto possa concretizzarsi, a prescindere dall'esito positivo o meno di questa partecipazione.
Saluti a tutti.
 
 
#1 cuscito enzo 2013-08-02 18:44
Sono molto contento per il buon esito di questa vicenda e per aver prodeduto verso questa direzione. Volevo solo ricordare che in data 5 maggio (3 mesi fa), insieme a Donato Lucilla (Prodigio aveva dato vita al progetto La botteg du mest) ed grazie anche al tramite del prof. Franco Giannini, avevamo protocollato un'interrogazione al Sindaco che conteneva proprio la proposta di creare, grazie al patrimonio che i Sig.ri Vito Santoiemma e Sigismondo Taranto da anni hanno messo a disposizione della Città e ricorrendo ai fondi europei e regionali, il Museo della Civiltà Contadina presso la Distilleria Cassano. Inutile dire che, nonostante la norma preveda 30 giorni massimo per la risposta, né l'Assessore De Giorgi, né il Sindaco hanno mai risposto. Così come non ho mai ricevuto risposta né sulla proposta di destinare il gettone di presenza del Consiglio Comunale ed una percentuale dello stipendio da assessori alla ricostruzione della Città della Scienza né sui motivi reali e dettagliati della non costituzione del Consiglio Comunale dei Ragazzi.
Nonostante questo sono lieto della notizia e darò il mio contributo affinché questo progetto si attui nella sua interezza.
Enzo Cuscito

http://www.gioianet.it/politica/7333-cuscito-lucilla-valorizzare-museo-civilta-contadina.html
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.