Domenica 24 Maggio 2020
   
Text Size

FESTA FEDERICIANA. MAGICO TUFFO NEL PASSATO-foto

festa-federiciana-2013-sbandieratori

festa federiciana artigianaUn salto nel tempo che una volta l’anno avvolge di magia la nostra cittadina. Anche quest’anno il 27 e 28 luglio la Festa Federiciana organizzata dall’Associazione “Petali di Pietra” con media partner GioiaNet, per qualche giorno, ha riportato indietro nel tempo Gioia del Colle di circa otto secoli, ai tempi in cui era un’ incantevole borgo medievale.

Borgo medievale storicamente documentato: si parla dell’epoca di Bianca Lancia e Federico II di Svevia, attorno al quale ruota la leggenda sulla fondazione di Gioia. Sabato 27, il borgo medievale, dopo le precedenti serate inaugurali, ha effettivamente preso corpo, tra sbandieratori, giullari e menestrelli.

Già cominciando a percorrere Corso Vittorio Emanuele si percepisce che la città è in festa, con le esibizioni precise e sempre popolari degli sbandieratori di corte (provefesta federiciana fabbronienti da Capurso). Si prosegue per Piazza dei Martiri, da cui si arriva nel cuore del borgo medievale, dove con una cura dei dettagli che riguarda sia i costumi sia le ambientazioni - nulla infatti sembra lasciato al caso - viene ricostruito un mercato medievale, un vero omaggio agli antichi mestieri: non manca il fabbro, la tessitrice e l’arcaio che costruisce con il legno il suo arco, o il conciatore di pelli animali. Tutto questo in un ambiente perfettamente credibile, tra balle di fieno e dame coronate di fiori, tra tiratori d’arco e spadaccini che combattono tra di loro in mezzo al borgo. Non mancano suonatori di strumenti musicali d’epoca e danzatori (a cura dell’Accademia Danza all’Opera del Maestro Nicola Sasanelli).

La Festa Federiciana diventa anche occasione per visitare il Castello Normanno Svevo, patrimonio inestimfesta federiciana 2013 re e reginaabile e spesso dimenticato della nostra cittadina, mediante visite guidate gratuite che si ripetono per ben due volte (l’unica limitazione riguarda il numero massimo di partecipanti).

Diversi e distribuiti lungo tutta la serata invece gli spettacoli di strada, che si snodano tra Arco Paradiso, Piazza dei Martiri, come i Versi del Medioevo, declamazioni di poesie che danno un saggio concreto del linguaggio e dell’italiano medievale, per intenditori, curati dall’associazione “Il Faro”. Gli spettacoli con i falchi sono immancabili; l’imperatore Federico II di Svevia infatti era appassionato ed esperto di questo tipo di rapaci e scrisse anche un trattato di ornitologia. A fine serata il Castello ospita anche un suggestivo spettacolo di arcieri, per festa federiciana combattimentograndi e piccini.

Gli stand in corso Vittorio Emanuele “creano l’atmosfera” e coinvolgono il semplice visitatore offrendo la possibilità di noleggiare archi o di “trasformarsi in dama” con il giusto make up. Una grande manifestazione a metà tra festa paesana e vera ricostruzione storica che ha avuto luogo in diversi scorci di Gioia vecchia, valorizzando le sue bellezze architettoniche e che ha avuto il plauso di inculcare conoscenze storiche riguardanti l’origine della nostra cittadina. Una ricostruzione storica che, lontana dall’essere approssimativa e anacronistica, sembra diventare ogni anno più puntuale, in collaborazione con le associazioni: A.so.tu.dis., “ControVento”, il "Faro" e ai partner: GioiaNet, “Le radici ritrovate”, “Arte in scatola”, “VisitGioia.it” e con il patrocinio di: Comune di Gioia, Provincia di Bari, Regione Puglia, Comunità Europea, Sovrintendenza di Bari, Gal dei Trulli e del Barsento, Centro Studi Normanno Svevi, Puglia eventi, Italia della Cultura, Viaggiare in Puglia.

Scatti fotografici a cura di Mario Di Giuseppe.

E questa sera il tanto atteso corteo storico. Non mancate!

Commenti  

 
#2 cuscito enzo 2013-07-28 23:08
Questa sera, assistendo alla manifestazione, mi è sembrato per un istante di essere ritornato tra i colori e le atmosfere umbre. Davvero un grazie all'Associazione Petali di Pietra, ad Elvira Pedone in rappresentanza di tutti i componenti e a tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita dell'iniziativa. Con l'augurio che le difficoltà aiutino a temprare la tenacia e lo spirito creativo dell'Associazione e non, piuttosto, a desistere dal proseguire negli anni futuri. Le cose belle e buone, si sa, sono sempre ostacolate. Ma la forza degli animi che le compiono persevera e prosegue verso la vetta.
Grazie di essere e....non arrendetevi mai.
Enzo Cuscito
 
 
#1 Il Faro lab 2013-07-28 13:22
Onorati di aver contribuito per la riuscita di questo meraviglioso evento.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.