Sabato 30 Maggio 2020
   
Text Size

PRESENTATO GIOIA ROCK FESTIVAL PROGETTO MOMART

arci-1-francesca-milano-pp

arci 2Informazione non è conoscenza,/ conoscenza non è saggezza,/ saggezza non è verità,/ verità non è bellezza,/ bellezza non è amore,/ amore non è musica/. La musica è la cosa migliore che esista”. (Frank Zappa)

Ed è la musica, linguaggio universale per antonomasia, ad avere in se stessa una tale forza aggregante che fa sì che delle strade possano diventare dei percorsi comuni. “Vorrei ringraziare soprattutto i ragazzi volontari che sono la vera anima dei quattro festival, i quali sono riusciti a trasformare quello che poteva essere un sogno in realtà […]”. In questi termini si esprime Vincenzo Cipriano, coordinatore del Progetto Momart, durante la conferenza stampa, tenutasi sul piazzale antistante il teatro Rossini, nel pomeriggio di giovedì 11 luglio. Conferenza, moderata da Anna Maria Stasi, volta alla promozione dei quattro festival, facenti parte del progetto Puglia Sounds.

Tra le reti costituite, il Momart Network comprende 4 festival, quali il Gioia Rock Festival che si terrà il fine settimana del 19-20 luglio; il Giovinazzo Rock Festival che si avrà nei giorni del 27, 28, 29 luglio; la Rassegna Fuori Tempo dal 9 al 12 agosto in Martina Franca; il Dirockato Festival che avrà luogo in Monopoli il week end del 3 agosto.

Presenti, l’assessore alla cultura Piera de Giorgi, che assieme all’assessore Giuseppe Lenin Masi, ha dato un contributo concreto al festival gioiese; Tommaso Bonvino, come capofila della rete, e in arci 4rappresentanza sia del Giovinazzo Rock Festival che della rassegna Fuori Tempo; Domenico Sampietro facente parte del Dirockato Festival; Giuseppe Procino in rappresentanza del Gioia Rock Festival.

Si ritorna sin dal primo intervento sulla forza coesiva della musica: “Intorno alla musica ci sono sempre più ragazzi disposti a lavorare in maniera volontaria, mossi da una passione comune …”, così si esprime Tommaso Bonvino. Sottolinea il lavoro e l’ingresso gratuito anche Domenico Sampietro, che afferma: “In questo momento storico così particolare e delicato dal punto di vista economico, di fondo c’è un grande coraggio nell’organizzare festival ad ingresso gratuito, e soprattutto nel farlo con grande entusiasmo […]”. E aggiunge che, per il territorio, fondamentale è il concetto della rete, perché, come egli stesso sottolinea, “[…] c’è una strada infinita da costruire, ma il fatto che questa realtà sia costruita intorno a questi quattro progetti è già importante”.

Parla di collaborazioni importanti, in proposito del Gioia Rock Festival, Giuseppe Procino, che sottolinea la collaborazione con Rockerella, progetto nato l’anno scorso, il cui ideatore è Vanni La Guardia affiancato da Gualberto Giandomenico. “Noi dell’Arci, che organizziamo da tre anni il Gioia Rock Festival, abbiamo creduto fermamente nel progetto Rockerella che mirava ad esibizioni live di gruppi gioiesi […]”.

Gli ospiti del Gioia Rock quest’anno sono: il raffinato cantautore Paolo Benvegnu in una prima nazionale, nella serata Rockerella del 19 luglio, e i 99 Posse, nella serata Gioia Rock del 20 luglio, preceduti entrambi da altre performance musicali. Due serate all’insegna della musica, la musica intesa come fermento culturale e partecipazione, che si terranno presso il Palazzetto dello Sport di Gioia del Colle.

(scatti fotografici a cura di Francesca Milano)

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.