Venerdì 10 Luglio 2020
   
Text Size

CON ATTORI IMMACOLATA CI SI DIVERTE DI GUSTO-foto

immacolata-commedia-pp

commedia chiesetta3Semplicità, divertimento, condivisione, questo il leitmotiv dei ragazzi e dei catechisti dell’Oratorio della Parrocchia Immacolata di Lourdes, ideatori di “spettacolari” serate nel giardino della “chiesetta”.

Dopo l’esordio del 22 giugno, quando la comunità accolse l’Orchestra della Provincia (TORNANO LE FESTE NELL’ORATORIO DELL’IMMACOLATA), martedì 9 luglio tornano ad esser protagonisti della festa i parrocchiani (e non solo), con le loro arti.

Il giardino si veste di tradizione, aromi e risate.

Questa serata è stata dedicata alla tradizione, ai divertimenti semplici e ai sapori di una volta - ci confida Elio Gisotti nelle insolite vesti di… parroco - abbiamo guscommedia chiesetta5tato patatine e pupi fritti, visto le massaie impastare e lavorare cavatelli, tagliatelle e orecchiette, le ricamatrici far volare la spoletta per realizzare splendidi ricami in chiacchierino e lavorare il tombolo, il tutto in attesa di ridere ed applaudire noi “commedianti allo sbaraglio”! Far ridere e divertire è più difficile che far commuovere e noi ci abbiamo provato in vernacolo…”

L’entusiasmo e l’allegria del pubblico incoraggia gli attori alla loro prima esperienza, rendendo ancor più esilarante “Il matrimonio”, copione offerto dai discenti dell’U.T.E. ed applaudito anche dai veterani del teatro dell’Immacolata che ogni anno portano in scena le loro commedie.

L’opera teatrale, la mimica, il dialogare colorito, la farsa sono i segni inconfutabili della vitalità e dcommedia chiesetta2ella forza espressiva del dialetto, veritiero testimone del pensiero, dell’identità e delle tradizioni popolari. Storie di piccola umanità - precisa Elio -, viste attraverso la lente deformante dell’umorismo e della caricatura, ricche di delicate e poetiche annotazioni, recitate con semplicità da “aspiranti attori” che si confrontano e si sperimentano su un palco, per comunicare la passione per il dialetto e per riunire ancora una volta le famiglie, giovani e anziani, amici e parenti, paesani e “forestieri”. La trama racconta le avventure di una vedova (Mariella Cacciapaglia) desiderosa di riportare gioia e vitalità in casa, dopo la morte del marito. Per realizzare questo suo sogno è necessario che sua figlia (Annamaria Resta) si sposi e che il futuro genero (Pippetto Resta) soddisfi tutte le esigenze di casa. A mediare l’incontro Antonio Stasi, che dovrà convincere le due donne dcommedia chiesetta6ella bontà del nullatenente giovanotto, quanto mai desideroso di accasarsi.

Annamaria, di animo e mente semplice, accondiscende alla volontà materna e tocca al curato (Elio Gisotti) addobbare la chiesa per il matrimonio, consacrare la casa, confessare la madre della sposa e con secchio pieno di acqua fresca e pennello “benedire” il pubblico.

In attesa di “Gioia in Musica … Canta con Gioia…” - evento affidato alla regia di Elio Gisotti e promosso da tutta la comunità che vedrà esibirsi numerosi artisti nei giorni 12,13 e 14 agosto -, la parrocchia si “allena” al buon umore e alla gioia di riunirsi e star serenamente insieme.

“ ‘Gioia in…Musica’ è una manifestazione che nasce sotto il segno commedia chiesetta1della condivisione e della solidarietà. Musicisti e cantanti anche molto impegnati non hanno esitato a dare la loro disponibilità ad esser presenti ed esibirsi per aiutare la Comunità Papa Giovanni XXIII di don Oreste Benzi. Donare il proprio talento, spendersi con totale gratuità per aiutare chi è in difficoltà, è un grande gesto d’amore! Dare speranza e dignità a chi se l’è viste rubare - conclude Elio Gisotti - non è solo un gesto generoso, ma un atto di civiltà. La speranza è come il piccolo granello di senape dal quale nascono le cose grandi. È una forza indescrivibile che dimora nel cuore di ogni persona. La speranza incoraggia ad aiutare gli altri e ad accettare il loro aiuto, sconfigge la solitudine, promuove l’attenzione verso il prossimo. La solidarietà è espressione di civiltà ed è innata nella natura umana, nei momenti di crisi, di difficoltà è su questo terreno che si gioca il futuro di una società, nella sua capacità di esser coesa e pronta a prestare aiuto ai più deboli”.

Scatti fotografici a cura di Mario Di Giuseppe che si ringrazia per la consueta collaborazione.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.