Martedì 02 Giugno 2020
   
Text Size

ÀTREBIL TEATRO UN SUCCESSO A “DIVERSE LATITUDINI”-foto

atrebil-teatro-diverse-latitudini-pp

atrebil teatro diverse latitudini2Diverse latitudini”, stessa voglia di mettersi in gioco e dar voce ad emozioni attraverso pensieri e riflessioni tratte da autori celebri - nel caso di Dario Fo e Franca Rame - per la loro dissacrante ironia.

Nulla graffia a sangue quanto un sorriso carpito su un tema, quello del tradimento, che marchia a fuoco i sentimenti di ogni donna incidendo sulla sua pelle le parole “sconfitta e rifiuto”.

Gli attori di Àtrebil esprimono questo vissuto alternandosi, indossando di volta in volta lo stereotipo dell’uomo di successo, pronto a tradire senza porsi alcun problema, e urlando il dramma di una donna ferita - vittima del suo stesso sarcasmo -, pronta a rimettersi in gioco anche facendosi ancor più male, pur di non soccombere alla realtà di un tradimento subito e mai compreso. Una donna che sbeffeggia se stessa, si deride, soffre atrocemente eppur sorride e fa sorridere…

Diretti con sapiente maesatrebil teatro diverse latitudini4tria dai maestri Rocco Capri Chiumarulo e Anna Garofalo, prestano voce al prologo di Carlo Lucarelli e a “Coppia aperta”: Titti Antonicelli, Massimo Brambilla, Roberto Fatiguso, Giovanna Greco, Monica Lasorella, Luciana Passiatore e Rosaria Petrera.

In assolo Luciana Passiatore recita un suggestivo brano di Jonathan Foer, in precedenza Roberto Fatiguso dà voce a Paolo Nori.

Un reading “per ascoltare, sorridere, e assistere allo specchio dei nostri pensieri esplorando diverse latitudini”, un titolo non a caso plurale ed aperto, per invitare alla ricerca di impossibili coordinate, quelle in cui la sensibilità della donna si interseca con il pragmatismo dell’uomo, zenit e nadir di diverse “lunghezze d’onda” che un comune destino biologico ha casualmente unito.

“Una esibizione “antioraria” - per Rocco e Anna - che unisce letture diverse e schiacciate, unite dal sotteso fil rouge dell’ironia. Piccole storie di grandi dolori, di grandi emisfeatrebil teatro diverse latitudini3ri della mente senza nessuna misurazione e nessun sestante: perché niente collima, mai. Se non, per fortuna, raccontando e sperando nel potere dell’ascolto”.

Nonostante il pullulare di iniziative nel corso della stessa serata dell’8 giugno, tanti i presenti corsi ad applaudire Atrebil.

Quando si vive in piccole realtà - ci confida Daniela Paradiso, durante il reading - si è soliti lamentare la mancanza di opportunità di svago culturale e di vita sociale. Fortuna che c’è Spazio UnoTre - uno spazio che non esiterei a definire “palestra di bellezza” - a invertire questa tendenza. Non perché offre un diversivo alla monotonia della vita paesana, ma per la qualità del progetto culturale in sé. Un progetto che lascia a tutti l’opportunità di esprimersi artisticamente anche quando non si è artisti per professione. Perché l’arte e la conoscenza sono l’espressione più sublime e democratica della mente e datrebil teatro diverse latitudini5ell’animo umano. Perché l’arte fa del bene a tutti e ci rende migliori. Ed è così che ci si sente alla fine di un evento organizzato in questo spazio: migliori. E più felici."

"Stasera è toccato agli attori di Atrebil Teatro allietarci - continua Daniela - con due reading teatrali molto divertenti e due monologhi, tutto eseguito con grande professionalità e trasporto dagli attori di questa compagnia emergente. Non si può che apprezzare e soprattutto stimare persone che si impegnano nel realizzare qualcosa di bello ed artisti illuminati come Mario Pugliese, disposti a condividere spazi e tempo con altre arti e con la città”.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.