Venerdì 29 Maggio 2020
   
Text Size

IN MOSTRA “LE OPERE” DEGLI SCOLARI IC LOSAPIO-S.F. NERI-foto

mostra-via-eva--pp-sezione-G 07

mostra bimbi via eva sezione B 01Il calore dell’arte nei colori dei bambini” - progetto artistico, rivolto ai 75 alunni delle tre sezioni di tre anni della Scuola dell'Infanzia di via Eva -, si propone attraverso la manipolazione e la trasformazione dei colori di educare i più piccoli al piacere del bello e del sentire estetico. L'esplorazione dei materiali utilizzati ha permesso di vivere le prime esperienze artistiche in modo da stimolare la creatività e da contagiare gli altri apprendimenti. Pensieri, emozioni, materiali, gioco e colori sono stati gli ingredienti miscelati sapientemente dall'artista Marisa Tammaro che in una relazione sinergica con i bambini e le insegnanti ha sostenuto ed aperto sentieri a nuove forme di arte infantile. La mostra che vedrà il suo vernissage alle 17.30 del prossimo 23 maggio alla presenza della dott.ssa Anna Grazia De Marco, dirigente dell'istituto comprensivo San Filippo Neri-Losapio, resterà aperta al pubblico sino al 26 maggio.

Un ringraziamento particolare - dichiara la dirigente dottoressa Anna Grazia De Marzo - va ai genitori che non soltanto hanno accettato di buon grado di “sponsorizzare” questo progetto, ma hanno anche contribuito, in base alle proprie disponibilità, a procurare il materiale necessario per arricchire queste vere e proprie opere d’arte”.

mostra bimbi via eva sezione F 03L’arte - afferma la docente Manuela Iacovone - è l’espressione del pensiero più profondo nel modo più semplice, parafrasando Albert Einstein. Soprattutto nell’età in cui i piccoli si trovano a frequentare la scuola dell’infanzia l’arte può rappresentare uno strumento psico-pedagogico insostituibile per insegnanti e genitori. Tanto più quando vengono affiancati da un “esperto” che riesce a dare spunti e idee creative per approfondire questa naturale inclinazione dei bambini. E’ per questo motivo che nell’anno scolastico 2012-13 la sezione F della scuola dell’infanzia di via Eva ha richiesto e ottenuto dai genitori degli alunni il consenso ad aderire al progetto “Giochiamo con i colori” proposto da Marisa Tammaro, artista gioiese dalle mille risorse. Un breve ma intenso corso di pittura su cui lavorare per migliorare la conoscenza del linguaggio delle arti visive nei bambini, nonché la loro capacità di utilizzo di alcuni semplici strumenti.

I bambini hanno così avuto l’occasione di osservare quadri di grandi autori. I commenti che ne sono venuti fuori sono meravigliosi, e spaziano dal dibattito sulle sfumature, sulle forme, sui materiali, al richiamo del mostra bimbi via eva sezione F 06proprio vissuto riconosciuto nelle espressioni dei visi, negli abbracci materni ma anche nei paesaggi”.

Per una precisa scelta dell’esperta esterna, accolta con entusiasmo dalle insegnanti, la maggior parte delle opere è ispirata al lavoro di Paul Klee, eclettico artista del XX secolo e noto astrattista per il quale l’arte non era semplice rappresentazione della realtà ma indagine che svela i meccanismi più profondi e nascosti della natura. Nei suoi lavori si colgono quindi squarci di vita rarefatta, essenziale, talvolta ridotta a semplici linee o campiture colorate. Vasta anche la scelta dei supporti, che vanno dalla tradizionale tela alla carta di giornale, alla juta, a cartoncini di ogni qualità e spessore.

Durante il progetto di arte - dichiara la docente Tina Leo - non sono mancati gli spunti per rafforzare competenze già acquisite per mezzo del lavoro curricolare; in questo modo ad esempio i bambini hanno riconosciuto come “freddi” i colori che già erano stati presentati loro come “invernali”, e viceversa i toni caldi hanno riportato alla mente la bella mostra bimbi via eva sezione G 01stagione. Hanno ritrovato nascoste in case, tetti, alberi e volti le semplici forme geometriche con cui entrano in contatto nel primo anno della scuola dell’infanzia (cerchio, triangolo, quadrato, rettangolo). Hanno altresì capito perché nei lavori grafici, come in altri momenti della vita, è necessario mantenere un certo ordine e rispettare determinate regole: perché se mescolare i colori con cognizione di causa permette di ottenerne altri, usare disordinatamente i pennelli può portare pasticci irrimediabili…”.

I prodotti finali - che mescolano tecniche e materiali differenti - sono di una bellezza sorprendente; quelli individuali rimarranno alle famiglie a perenne ricordo dell’esperienza, mentre quelli collettivi, ottenuti sovrapponendo la spugnatura di un giovane artista con la pennellata del compagno, e quindi carichi anche di un intenso significato “sociale”, trovano la loro prima collocazione nella mostra di fine corso. Che, si spera, porterà ai bambini la soddisfazione finale: quella di vedere le loro opere apprezzate da tutti gli adulti, anche quelli non di riferimento. Perché il dubbio che mamma, papà e persino le maestre facciano complimenti solo mostra bimbi via eva sezione G 02per amore è sempre in agguato… ma se qualcun altro è disposto a comprare un tuo prodotto, l’autostima può tirare un sospiro di sollievo”.

Quando i bambini incontrano l’arte c’è sempre qualcosa di magico e nuovo che si accende - commentano le docenti Lucia Girardi e Giovanna Castellucci - E’ stata un’esperienza entusiasmante poiché ha permesso loro di esprimersi liberamente nel susseguirsi delle stagioni. In queste opere d’arte i piccoli artisti hanno utilizzato varie tecniche espressive: dalla spugnatura, alla manipolazione, fino alla digitopressione, così da realizzare un mosaico autunnale, un dipinto natalizio, un dipinto invernale con rilievo tridimensionale… Il pregiato aiuto dell’artista Marisa Tammaro ha permesso la realizzazione di questi meravigliosi ed unici capolavori che rappresentano non solo le stagioni, ma anche i momenti religiosi più toccanti. Si è cercato, in questo percorso, di accostare i bambini alla produzione artistica, per educarli al loro senso estetico e per avvicinarli al bello così da stimolare la loro espressività e conquistare i primi strumenti per leggere ed interpretare l’arte”.

mostra bimbi via eva sezione G 04“Steiner riteneva molto importante alimentare il senso di stupore del bambino. L’arte trova nei bambini un pubblico straordinariamente sensibile e recettivo capace di emozionarsi e di comunicare - affermano Paola Giannico e Maria Carmela Passiatore della sezione B - è proprio da questa riflessione che nasce il desiderio di aderire al Progetto Arte proposto dall’esperta Maria Elisabetta Tammaro. L’intento del percorso educativo è stato quello di offrire l’opportunità ai bambini di: educare al senso del bello, riconoscere, esprimere e interpretare le proprie emozioni e sentimenti, stimolare e accrescere la creatività artistica in contesti non verbali, favorire la concentrazione e sviluppare l’immaginazione”.

Ogni opera riprodotta dai bambini si è ispirata ad alcune tematiche presenti nella programmazione curricolare, per cui il progetto è stato un valido strumento di ampliamento e arricchimento delle attività educative. I bambini hanno sperimentato diverse tecniche espressive come la digitopressione, la spugnatura, il collage e la cartapesta, hanno esplorato una varietà di materiali e hanno compiuto attività di costruzione mostra-via-eva-sezione-G 05plastica. Grazie alla riproduzione dell’opera “Quadrati con anelli” del grande pioniere della pittura astratta Kandinsky, si sono cimentati nello studio nuovo di colori e forme geometriche. Con l’opera “Pedrito” ispirata all’artista Botero, curiosità e manualità hanno avvicinato i bambini ai volumi del corpo”.

La primavera” - concludono le docenti - rappresenta una nuance di colori pastello che ha dato vita al pannello primaverile con l’obiettivo di scoprire la possibilità creativa offerta dal riciclo di materiale di scarto e sensibilizzare al rispetto dell’ambiente e della natura.”

“Il dipinto “L’arcobaleno della pace” ha permesso di affrontare la tematica della multiculturalità, intesa come riconoscimento di altre culture e valorizzazione della diversità/unicità di ciascuna persona. Questo sorprendente percorso educativo ha consentito ai piccoli “artisti” di scoprire che l’arte può diventare un gioco piacevole e divertente e al tempo stesso un mezzo per comunicare ed esprimersi in modo originale e inedito”.

mostra-via-eva-Il-calore-dellarte

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.