Lunedì 25 Maggio 2020
   
Text Size

CONFERENZA. “ECCO PERCHÉ VOGLIAMO UN CIRCO UMANO”

circo-e-animali-pp

lfcvfoggia"Qualche giorno fa un circo con gli animali è attendato a Gioia e un elefante ha addirittura sfilato per le vie delle città. A indicare la via al mastodontico animale è stata una buona dose di frustate e scariche elettriche. Molti hanno assistito all’inusuale passeggiata del gigante e agli spettacoli poi proposti dal circo nei giorni a seguire, divertiti ed entusiasti. All’euforia di quest’ultimi ha fatto da contraltare l’indignazione e lo sgomento di molti altri, convinti, invece, che la violenza sugli animali e la loro riduzione in schiavitù sia, più che una forma di divertimento, qualcosa da deprecare e rigettare.

Come a volte, per fortuna, accade, l’indignazione si è fatta azione e ha portato  singoli cittadini e associazioni a costituirsi in un “COMITATO PER LA DIFESA DEI DIRITTI DEGLI ANIMALI”, il cui obiettivo è quello di educare alla cultura del rispetto verso gli altri esseri viventi partendo dall’informazione. Pochi, infatti, sanno cosa si cela dietro le quinte dei circhi e quante e quali sofferenze siano alla base di ogni numero e di ogni elephantesercizio svolto dagli animali durante le esibizioni.

E’ per questo, dunque, che il neonato comitato, in collaborazione con la “LAV - la Lega Antivivisezione” di Bari, propone per martedì 30 aprile alle ore 18.30, presso il Chiostro del Palazzo Comunale, una conferenza pubblica dal titolo: “Dietro le quinte dei circhi con gli animali: ecco perché vogliamo un circo umano!”

Interverranno

Erica Franco: responsabile del settore Circo della LAV di Bari e il dott. Vincenzo Celiberti: Archeologo Preistorico, Primatologo e ricercatore  gioiese presso il “Centre Europé de Recherche Préhistorique” de Tautavel, in Francia, con un intervento dal titolo “I Primati e la scimmia nuda”.

La cittadinanza e i rappresentanti delle istituzioni sono invitati.

Il Comitato per la tutela dei diritti degli animali

Wwf Gioia – Acquaviva – Santeramo, Petali di Pietra, Arci Lebowski, Associazione Ombre 

Commenti  

 
#8 Non animalista 2013-04-30 15:48
L'animale quando vive con l'uomo indubbiamente perde la libertà (anche il cane ed il gatto la perdono)ma per fortuna in compenso ci guadagna in cure, alimentazione regolare, protezione dagli eventi sfavorevoli della natura ecc. ed in ultimo anche "affetto", ma non quell'affetto assurdo degli animalisti che tendono più che altro ad umanizzare l'animale snaturandolo del tutto. Come un giorno ha detto Vittorio Sgarbi: anche un bambino di sei anni costretto ad andare a scuola subisce una violenza.E allora VOGLIAMO ABOLIRE ANCHE LA SCUOLA?
 
 
#7 mannagghiachivivota? 2013-04-30 10:54
Non sono un animalista... (che poi animalista cosa vuol dire? mah... sempre meglio di fascista...) credo però che un essere vivente viva bene solo in condizioni di libertà... vivere bene secondo me equivale alla soddisfazione dei bisogni primari secondo quelle che sono le esigenze legate alla specie animale... in altre parole... un orso polare in una gabbia da solo a maggio: vive bene in Italia? né dubito... e soprattutto gli va di vivere in una gabbia? né dubito... quindi dire che gli animali nel circo vivono bene, è un' opinione non un assunto dell'etologia... dubito che nei libri di biologia o di zoologia venga riportata una simile enunciazione... poi ovvio che i cani nel circo possano vivere bene così come magari altri animali di piccola o media taglia abituati alle nostre condizioni climatiche... (ad esempio gli elefanti nei circhi sono letteralmente inscatolati... )
Altro punto: come viene addestrato un animale x il circo? credete che gli si dia gli zuccherini ? (be ... si... questo accade magari nell'ultimo film della saga madagascar...) informandovi che sul finire dell'800 a Parigi esisteva uno zoo fatto di esseri umani in gabbia e che un primatologo ha molto più a che vedere con i circhi di quanto voi possiate pensare... vi lascio con la frase di un'idiota che ha cambiato il mondo e che forse qualcuno di voi conosce bene: "la civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali".
 
 
#6 Leonardo G. 2013-04-29 22:47
viva la democrazia: ora oltre alle menzogne degli animalisti abbiamo anche la censura della redazione, complimenti.

La Redazione
In cosa consisterebbe la censura?
 
 
#5 Leonardo G. 2013-04-29 22:24
E' stato scomodato un Professore in archeologia e primatologia facendolo venire dalla Francia a Gioia del Colle per farlo parlare del circo? Queste si che sono prese di posizione RIDICOLE...
 
 
#4 Cittadino 2013-04-29 21:55
Chiunque voglia alimentare ulteriormente la propia arroganza prenda pure parte alla conferenza tenuta da un professore che evidentemente non si rende conto che la sua competenza non ha nulla a che fare con gli animali tantomeno con il circo. I millantatori di un'umanità da SUPERMERCATO e di un buonismo imbevuto di demagogia PARTECIPINO PURE IN MASSA ALL'EVENTO!!
 
 
#3 Giampaolo Giannico 2013-04-29 11:23
Gentile cittadino, lo stesso anonimato con cui millanti conoscenze che andrebbero verificate, cosa che dubito potrà avvenire, dovrebbe attorniare la tua ridicola presa di posizione. Chiunque abbia voglia di porre un freno alla propria ignoranza, può avere senza dubbio il buon gusto di prendere parte alla conferenza, che avrà luogo domani, invece di violentare le tastiere del proprio pc citando studi probabilmente inesistenti, sicuramente inconfutabili. Mi duole potermi definire tuo concittadino.
 
 
#2 Antonio N. 2013-04-28 19:25
ahaha quelle sigle sotto...non mi piacciono affatto!!!
 
 
#1 Cittadino 2013-04-28 17:38
Le menzogne sono l'arma vincente degli indignati contro il circo, le scariche elettriche e le frustate ve le siete sognate voi per far presa sulla gente "come al solito".Uno studio del Governo Inglese affidato ad un Team di Professori_ETOLOGI,ZOOLOGI E VETERINARI si è concluso dopo un anno con la seguente relazione: NON è EMERSO NESSUN ELEMENTO CHE POSSA FAR PENSARE CHE GLI ANIMALI NEL CIRCO VIVANO MALE. A questo punto consiglierei agli animalisti di risolvere il loro "CONFLITTO CON IL MONDO DELLE COSE NORMALI" con uno strumento diverso da quello della protesta e del boicottaggio ai circhi: LA PSICANALISI!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.