Domenica 31 Maggio 2020
   
Text Size

CON “VD’A – VOCI DELL’ANIMA”, ATTORI E REGISTI DI PREGIO

vda-voci-dellanima-pp

IMG 2073Vd’A, “Voci dell’anima” - festival teatrale giunto all’undicesima edizione -, negli ultimi anni “contaminato” dal fascino e dalla teatralità della danza di ResExtensa che affianca il teatro della Centena di Rimini di Maurizio Argàn e porta nei suoi teatri abitati in Puglia, per la quarta volta, attori e registi di pregio.

Il festival offre opportunità di spazio e confronto a giovani e affermate compagnie - afferma Elisa Barucchieri -, ricerca e nuove proposte creano osmosi con le realtà del territorio. Abbiamo ospitato Michele Sinisi, Roberto Corradino e in questi dieci anni più di seicento compagnie hanno partecipato al Festival”.

Il territorio si nutre di incontri come questi - conferma l’assessore alla Cultura Piera De Giorgi -, occasioni preziose per crescere. Questa settimana è ricca di eventi, fortunatamente non in sovrapposizione con gli spettacoli serali. Con Cultour abbiamo voluto aprire luoghi e realtà non sempre IMG 2072fruibili, coinvolgendo artisti, archeologi, architetti ed il teatro si armonizza con una diversa declinazione con queste iniziative. E’ il cuore pulsante della città, un magico luogo di incontro in cui ritrovarsi”.

E’ sconvolgente vedere come vibra l’energia di chi viene per la prima volta in Puglia - confessa Elisa -, il loro viaggio è anche il nostro viaggio. La luce, la storia, i profumi, i sapori… tutto affascina ed è con orgoglio e piacere che ospitiamo realtà come la Transitions Dance Company e le compagnie che parteciperanno alla semifinale del Festival “Voci dell’anima”.

“Vd’A è un osservatorio teatrale interattivo - dichiara Maurizio Argàn - il limite, l'ostacolo più insormontabile per le produzioni teatrali risiede nella mancanza di opportunità di circuitazione, limite questo che pregiudica non poco l'essenza stessa del fare teatro. Il Vd'A è riuscito, attraverso la sua stessa struttura itinerante organizzata in tappe geograficamente dislocate e grazie alla sempre più numerosa partecipazione di teatri e associazioni culturali 164909 535213036521994 1128867701 npartner, a fornire una risposta valida a tale problematica, permettendo la compresenza su territori diversi di un certo numero di produzioni provenienti dalle diverse regioni d'Italia, e garantendo al tempo stesso anche la compresenza di una ampia pluralità di linguaggi”.

In programma ben otto rappresentazioni di cui sei in concorso, dall’approccio fortemente sperimentale e multidisciplinare, in cui si intrecciano diversi linguaggi espressivi (teatro, danza, video arte, musica). Questa sera, mercoledì 24 aprile, andrà in scena alle 21 il Teatro dei Limoni (Puglia) in Bukowski.

Questa un’anticipazione di quel che si ascolterà: “Io non sono Bukowski. Charles non era Bukowski. E nessuno sarà mai Bukowski. C'è qualcosa nascosto… qualcosa di così puro che può appartenere solo a un angelo. Ma gli angeli non esistono, e se esistono hanno le ali di carta che si bagnano alla prima goccia di pioggia. Esiste, invece, una notte che divide il mito dello scrittore dal fragile ubriacone perdente. Una notte sola. Soltanto lui e il suo piccolo uccello azzurro nel cuore. Una notte con Hank”.

Giovedì, 25 aprile “Apologize Democracy”, rappresentazione fuori concorso di ResExtensa. Il 26 sul palco del Rossini Caterina Genta/Marco Schiavoni (Umbria) in “Bolero del Drago Rosso e altre storie”. Il 27 Matutateatro (Lazio) in “Macellum” ovvero “Il valzer dell’Orazio”. Domenica 28 in scena la Compagnia Teatrale Artigianale Elena Guerrini (Toscana) in “Bella tutta”, il 29 la Compagnia Progetto d’Arte (Lombardia) in “Scelta R.Evocabile”, martedì 30 aprile fuori concorso il Teatro della Centena (Emilia R.) in “A-Mantide - monologo di augurio al pasto”, infine il 1° maggio il Teatro Instabile di Aosta (Valle d’Aosta) in “Medea Reloaded”, mentre le finali si terranno a Rimini in ottobre.

Un primo bilancio su questi mesi di “teatro abitato” Elisa lo traccia affermando di aver deciso di lavorare su tutte le opere in teatro-ragazzi-laboratorio2simultanea.

Sono grata agli insegnanti che sensibilizzano i ragazzi e ai ragazzi che vengono in teatro, mostrandosi attenti ed interessati. Mia madre è un’insegnante, sin da piccola l’ho sentita ripetere che se insegni ad un bambino cosa pensare hai creato un perfetto esecutore, se gli insegni “come” pensare gli hai dato le ali per la vita. Il teatro educa i ragazzi all’ascolto ed alla condivisione di linguaggi plurali e le loro osservazioni sono davvero straordinarie”.

Per informazioni e prenotazioni:
5,00 € biglietto posto unico 40,00 € abbonamento al festival per associazioni e gruppi di studenti: ogni 4 biglietti acquistati si riceve 1 biglietto omaggio.

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.