Venerdì 07 Agosto 2020
   
Text Size

INAUGURATA SEDE DI KAIROS – LA BANCA DEL TEMPO

kairos-banca-del-tempo-pp

banca-del-tempo-rosanna“Chi ha tempo non aspetti tempo”, “Il tempo è denaro”, “Affrettati altrimenti facciamo tardi” quante volte durante la giornata pronunciamo o ascoltiamo ripetutamente queste e altre parole simili? In una società frenetica come la nostra il tempo è prezioso, si passa tutta la giornata a cercare di rientrare nei tempi per assolvere i compiti previsti, cercando di riuscire ad inseguire il ticchettio incessante dell’orologio.

Ma esiste un posto dove il tempo non si rincorre, ma si regala?

Oggigiorno sembrerebbe un paradosso, ma esiste ed è la Banca del Tempo (BdT), un istituto di credito atipico, dove non viene depositato denaro, ma tempo da banca-del-tempo-relatriciscambiare, un posto dove le persone in uno scambio reciproco mettono a disposizione il proprio sapere (ad esempio conoscenza di una lingua) o il proprio saper fare (ad esempio cucinare). Si parte dall’idea che gli individui non sono solo portatori di bisogni, ma anche di risorse.

La Banca del tempo è diventata una realtà anche a Gioia del Colle, inaugurata nel pomeriggio di Venerdì 27 aprile presso il chiostro comunale, nasce da un’iniziativa proposta: dall’associazione Centro di Ascolto “Dal Silenzio alla Parola”, presidente Rosanna D’Aprile in collaborazione con il Centro Pedagogico Kaizen, l’associazione Sotto Sopra, l’associazione Plur@le, Nuova Movida di Sammichele di Bari, l’associazione Filo di Arianna di Gioia del Colle, l’associazione di volontariato Emmaus di Casamassima, il centro Studi Erasmo di Gioia del Colle e la cooperativa Itaca di Conversano, coordinatrice del progetto la dott.ssa Antonetta Cimmarrusti. A presentare il progetto la Dott.ssa Pasqua Demetrio, presidente del banca-del-tempo-tortacentro studi Erasmo, la quale ha introdotto gli ospiti: Maria Luisa Petrucci - Presidente Associazione Nazionale Banca del Tempo Roma, Gianni Annoscia, che si occupa del Coordinamento BdT della Provincia di Bari. Annunziata Rinaldi - psicologa psicoterapeuta – cooperativa Itaca e Serafina Gelao - Presidente del “Coordinamento BdT di Bari”.

In un’epoca dominata dal consumismo e dall’individualismo, come ha affermato la Dott.ssa Demetrio, la Banca del Tempo rappresenta un elemento rivoluzionario, che si fonda sui valori della conoscenza dell’altro e della sua cultura e simboleggia un modo per contrastare la solitudine facendo sentire ciascun individuo utile. La dott.ssa Maria Luisa Petrucci, nel suo intervento ha messo in evidenza i 3 principi su cui si basa la Banca del Tempo che a differenza del volontariato, si fonda sul banca-del-tempo-don-toninoprincipio della reciprocità, si offre qualcosa per ricevere qualcos’altro in cambio, nella reciprocità si attiva la conoscenza e attraverso la conoscenza si abbattono le barriere culturali, ecco perché la banca del tempo rappresenta un modello culturale. In secondo luogo il valore della prestazione viene misurato in base al tempo, che ha più valore rispetto al denaro, e infine vige la parità fra i soggetti, tutti i saperi sono uguali, sono messi sullo stesso piano la casalinga, il pensionato e il professionista che hanno offerto il loro servizio. Gli obiettivi della BdT sono quelli di ricreare i perduti rapporti di “buon vicinato”, sviluppare relazioni fra persone rompendone l’isolamento e migliorare la qualità della vita.

Nella Banca del Tempo non è necessario restituire un servizio esattamente a colui che l'ha fornito: è un sistema aperto, in cui si crea uno scambio a stella, e non si contraggono debiti con qualcuno in particolare. Nel suo intervento la psicologa Nunzia Rinaldi, mette in luce gli effetti positivi a livello psico-sociale che si traggono diventando membri della Banca del Tempo come ad esempio la percezione del tempo, che acquista un valore diverso, e il rafforzamento dell’’immagine positiva di sé in quanto ciascuno è portatore di un qualcosa ed è utile agli altri.

banca-del-tempo-taglio-tortLa Dott.ssa Antonetta Cimmarrusti ha illustrato attraverso delle slide il progetto, chiarendo il significato di Kairos, nome della nostra banca del tempo. “Kairos” significa tempo giusto, momento propizio e viene contrapposto a “Kronos” che indica il tempo logico e sequenziale.

La serata si è conclusa con la benedizione di Don Tonino Posa, il quale ha affermato “Ben venga questa proposta di scambio reciproco, che si basa sulla fiducia nelle relazioni” e con un momento conviviale a cui gli ospiti presenti hanno partecipato accogliendo di buon grado l’iniziativa. Tra il pubblico erano presenti anche i candidati sindaco: Enzo Cuscito e Sergio Povia.

La sede della Banca del Tempo è in via Sannazzaro 15, presso il Centro di Ascolto, per chiunque voglia iscriversi è possibile rivolgersi presso la sede o inviare i propri dati all’indirizzo on-line: www.bancadeltempokairos.it.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.