Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

IN PRIMA ASSOLUTA “L’ULTIMA NOTTE” AL CIRCOLO UNIONE

Locandina-l-ultima-notte-fb-rett

les-flaneurs-edizioni-presenta-l-ultima-notte-di-giuseppe-scaglione-9212Domenica, 5 settembre alle ore 19.30 il Circolo Unione di Gioia del Colle in prima assoluta ospiterà la presentazione del romanzo "L’ultima notte" [Les Flâneurs Edizioni] di Giuseppe Scaglione, giunto alla terza pubblicazione, ha infatti scritto “La figlia” nel 2017 e “La verità del mare” nel 2019.

Dialogherà con lo scrittore Vittorino Curci, poeta (Premio Montale per la sezione “Inediti” nel ’99), sassofonista di musica improvvisata, compositore, curatore de la “Bottega della poesia” su Repubblica, ideatore e direttore dell’Europa Jazz Festival di Noci, già Sindaco di Noci e assessore alla Cultura della Provincia.

Cureranno alcuni intermezzi musicali la flautista Ilaria Stoppini ed il M° pluristrumentista Giovanni Chiapparino, che per l’occasione suonerà la tastiera.

Il nuovo noir di Giuseppe Scaglione è un romanzo che si muove nel mondo di mezzo di una Bari affarista, dove la criminalità si è infiltrata nella società civile e la corruzione è sempre connivente, una realtà che purtroppo ritroviamo in qualunque latitudine del planisfero, in antitesi con quei valori umani universali, traditi da perversione e sete di potere che in vari gradienti, vibrano al pari di diapason, nella società, nell’economia e nella cultura di un popolo.

Bari come Milano, New York… metropoli o piccoli centri, ricordiamo Bibbiano, nelle cui pieghe talvolta si annidano orrori inconfessabili.

Nella Bari con cui il commissario Andrea Lamparelli, trasferitosi da Torino dovrà fare i conti, in vent'anni molte cose sono cambiate. La città che si rispecchia nel lungomare, trapunto delle luci dei lampioni e delle barche, sembra avere un nucleo di tenebra che si insinua nel sottosuolo e serpeggiando rivendica la pretesa di far sentire la sua voce. Ma anche Andrea ha dentro di sé demoni nascosti con cui misurarsi: i suoi dubbi, le sue incertezze. Combattere il male che corrode la città sarà forse proprio la soluzinanni chiapparino - ilaria stoppinione per ritornare davvero a casa.

Scaglione scrive questo libro perché è convinto che compito della scrittura è anche quello di dare l’allarme, di illuminare zone d’ombra che per molti è comodo ignorare, dando vita ad un romanzo coinvolgente, sapientemente intrigante, dalla trama originale ed articolata che si snoda in crescendo, in un ritmo narrativo serrato, svelando solo nel finale l’insospettabile realtà che si cela dietro quelle ombre.

Il lessico asciutto, dal nitore quasi essenziale, con la complicità del mare e dei ricordi si impreziosisce di intarsi paesaggistico-poetici e riflessioni intime, tra dubbi arrovellanti sospesi in un limbo in attesa di risposte e certezze assolute.

Le descrizioni dei personaggi anche minori, sia psicologiche che visive - veri e propri cinematografici frame -, sono estremamente curate nella loro essenzialità.

Giuseppe Scaglione è nato e vive a Bari. Ha svolto sia attività giornalistica, che quella di “critico d’arte”, curando cataloghi, mostre, recensioni ed eventi.  Dal 2016 ha un proprio blog, dal titolo: “Correlazioni - Arte & Cultura”, dove pubblica recensioni e approfondimenti di arte, poesia e narrativa. Ha lavorato presso un Istituto di Credito Nazionale e per oltre vent’anni è stato Direttore di Filiale. Per alcuni anni ha vissuto a Gioia, prendendo parte alla vita culturale e promuovendo iniziative di pregio.

9791254510001-0-536-0-75

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.