Venerdì 22 Ottobre 2021
   
Text Size

Sperimentazioni CCA. Rosa D’Amato (M5S) presenta esposto

128752559-670572510291350-6331238795320202968-o

129054120-672072690087243-6477705211213366831-n“Ho presentato un esposto sul CCA di Gioia del Colle insieme ai cittadini attivi: i magistrati facciano chiarezza su danni alla salute dei cittadini.

Gioia del Colle ha sopportato per troppo tempo di essere all'oscuro di ciò che è costretta a respirare a causa delle emissioni industriali. Lo scorso 8 ottobre, avevo chiesto a tutti gli enti competenti di rendere noti le autorizzazioni e i dati sulle emissioni della ditta Centro Combustione Ambiente Srl, un centro di ricerca sulla combustione che ha lo scopo di sviluppare bruciatori a basse emissioni di NOx e che ha sede nel territorio. Alcuni enti hanno dato riscontro, ma nessuno ha chiarito quali sono le sostanze emesse nell'atmosfera riconducibili all'impianto. Per questa ragione, ho presentato un esposto alla magistratura. Non è infatti chiaro se le autorizzazioni in possesso di CCA Srl siano corrispondenti all'effettiva attività svolta, né se le sue emissioni possano arrecare pericolo per la salute di lavoratori e cittadini. Visto che, a quanto pare, ai cittadini non si vogliono dare risposte, chiediamo aiuto alla magistratura di indagare per fare luce su tutta questa vicenda.

Ricordo che uno studio epidemiologico dello scorso gennaio ha rilevato un incremento di mortalità per tumori del fegato e della vescica nell’area di Gioia del Colle. Questo aumento lascia ipotizzare la presenza sul territorio di una rilevante fonte d’inquinamento chimico-industriale e/o radioattivo, circostanza confermata indirettamente anche dall’Arpa Puglia.

Oltre agli enti territoriali, in estate avevo denunciato questa situazione anche alla Commissione europea, ma i cittadini non hanno ricevuto quei chiarimenti che giustamente chiedono. Adesso spero che la magistratura possa fare luce su quanto sta accadendo”.

Rosa D'Amato Europarlamentare

 

Commenti  

 
#6 Incredulo 2020-12-03 13:39
E se si denunciasse tutto a qualche o a tutti i programmi televisivi come “REPORT” trasmessa su RAI 1; “PETROLIO” trasmessa su RAI 2; “POPOLO SOVRANO” trasmessa su RAI 2; “MI MANDA RAI 3” trasmessa su RAI 3; “LE IENE” trasmessa su Italia 1; e tanti altri? Secondo voi avremmo qualche risposta?
 
 
#5 CosìXDire 2020-12-03 12:24
Quindi fatemi capire, se da una ciminiera esce fumo nero si stanno bruciando rifiuti nucleari? Chiedo perché se così fosse bisognerebbe sequestrare tutte le masserie e le abitazioni dotate di caminetto, pizzerie comprese!!
Siamo sicuri che la ciminiera in oggetto sia dell'itea e non dell'ansaldo?
Il fumo nero non è obbligatoriamente sinonimo di combustione di veleni può anche essere un aspiratore o una caldaia...non credete?
A valle di ogni ciminiera c'è x forza un sistema di filtraggio altrimenti l'itea le autorizzazioni poteva scordarsele!
Io mi preoccuperei piuttosto di ciò che ci piove in testa quando si alzano i caccia militari, l'inquinamento acustico, e quello che molto probabilmente è contenuto negli armamenti....

La Redazione
Ancora a questo livello siamo?
Saluti
 
 
#4 Fabiano 2020-12-03 11:08
Ma Capano è la Scarnera come mai non hanno fatto loro questo esposto?
 
 
#3 La verità 2020-12-03 09:00
Le aziende ITEA, CCA e Ansaldo Nucleare sono autorizzate alla sperimentazione sul trattamento dei rifiuti oltre che speciali anche NUCLEARI A BASSA EMISSIVITA’, come riportato sui documenti: Puglia sviluppo Progetto 50/2014 e il Bollettino ufficiale della Regione Puglia n. 42 del 6/4/2017.
 
 
#2 Antonio 2020-12-02 19:20
Bravissima comunque ricordo che in Italia per quello che non si vuol far sapere difficilmente si può venire a conoscenza.
Forse tra 20 anni
 
 
#1 stat cit 2020-12-02 16:36
ben fatto
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.