Lunedì 26 Ottobre 2020
   
Text Size

Dehors. Occupazione suolo pubblico, “permissivismo e favoritismo”

IMG-1342

Il "permissivismoDehors", compresi i casi di favoritismo denunciati dalla stampa, della sindacatura Mastrangelo sta creando, giorno dopo giorno, una situazione ai limiti della decenza. Premesso che non siamo contro l'iniziativa privata, la cui libertà è garantita dalla nostra Costituzione che ne fissa altresì i limiti (...Non può svolgersi in contrasto con l'utilità sociale o in modo da recare danno alla sicurezza, alla libertà, alla dignità umana… Art. 41), ma il proliferare di dehors e spazi occupati davanti a bar ed esercizi commerciali, anche in posti dove le leggi dello spazio e della fisica non lo consentirebbero, comincia ad essere in contrasto con la libertà dei cittadini di poter usufruire in libertà e sicurezza degli spazi pubblici, in primis marciapiedi e carreggiate stradali.

È sotto gli occhi di tutti, in pieno centro (vedasi foto di un ulteriore occupazione che si sta perpetrando in queste ore in piazza Plebiscito, ma anche “scendendo" per corso Garibaldi c'è una intera piazzetta occupata da tavolini ed un passaggio pedonale assolutamente insufficiente), ma anche altrove, il proliferare indiscriminato di spazi pubblici occupati e sottratti al libero utilizzo dei cittadini.

Crediamo che i cittadini gioiesi, soprattutto quelli più fragili (diversamente abili, mamme e papà con carrozzine) hanno tutto il diritto, e le istituzioni pubbliche hanno il dovere di garantire, di poter circolare liberamemago-della-pizzante ed in sicurezza sui marciapiedi senza dover fare la gimkana fra tavolini o infilarsi in budelli dove è difficile transitare. Capiamo che questa amministrazione non vuol scontentare alcune categorie ma francamente quando è troppo è troppo.

Chiediamo fermamente che vengano fatti i dovuti controlli, in base alla legislazione vigente ed ai regolamenti comunali, affinché le autorizzazioni siano conformi alle regole oltre che alla decenza. Tutti quanti noi vogliamo una città viva, accogliente, che esca dallo squallore attuale ma per ottenere questo bisogna conciliare con equità e trasparenza le esigenze di tutti, ponendo al primo posto gli interessi pubblici e della collettività e la libertà dei cittadini di potersi muovere liberamente ed in sicurezza”.

“Città di Tutti – La Bottega”

AGGIORNAMENTO

Nella mattinata di oggi, venerdì 02 ottobre, si è ritornati alla situazione iniziale, quella cioè di lasciare un passaggio rasente il muro. Sorge però spontanea una domanda. Cosa accadrà quando si posizioneranno tavoli e sedie?

ULTIM'ORA

Evidentemente c'è chi fa orecchie da mercante delle denunce pubbliche e di conseguenza dei diritti dei cittadini se è vero, come è vero, che dopo la pubblicazione del comunicato sopra riportato, si è precluso totalmente il passaggio sul marciapiede. Ma i vigili cosa dicono e fanno? E il responsabile del Suap comunale, Giovanni Maria Palmisano, per caso ha firmato e autorizzato questo scempio? Sulla base di quali norme e regolamenti?

120619387-177568523876265-273124344056195961-o

120651431-177568573876260-8933394526546592079-o

Commenti  

 
#37 malpensante 2020-10-12 18:29
per nicola a.,io conosco le norme tu sei coperto dall'ignoranza,informati sui DPCM,e poi ne parliamo.
 
 
#36 felice 2020-10-12 18:15
Nicola devi essere uno di quei gioiesi molto retrò,ripeto non è denigrare,è la pura realtà.Forse sei degno di stare e abitare a Gioia....
 
 
#35 Nicola A. 2020-10-10 14:41
@ felice, ognuno è libero di andare dove le pare ed è giusto che sia così, ma scrivere menzogne sul proprio paese solo perchè si "ama il forestiero" è un altro conto. Ho fatto un elenco degli esercizi smentendo le tue affermazioni e cioè che nei paesi limitrofi ci sia più movida, certo non abbiamo il mare come polignano o monopoli, ma questo non entra con la movida. La verità è che c'è un detto: "l'erba del vicino è sempre più verde". Io sono FIERO di essere Gioiese e se qualcuno non si trova a suo agio, potrebbe anche trasferirsi altrove, nessuno è obbligato e risiedere a Gioia, denigrare gratuitamente, questo NO!
 
 
#34 felice 2020-10-09 04:53
Rispondo a NICOLA,vacci tu in giro x Gioia,io preferisco uscire da Gioia. Che........di paese è?.
 
 
#33 Nicola A. 2020-10-07 15:04
@ felice, paesi limitrofi??
Se durante l'estate ti facevi un giro anche a Gioia invece di andare nei paesi limitrofi ti saresti accorto che moltissimi locali avevano i tavolini all'esterno e tutt'ora ci sono molti locali che hanno ancora tavolini all'esterno. Vuoi un elenco? ECCOLO! Piazza XX Settembre, Piazza dei Martiri (3 locali), Piazza Dalla Chiesa (3 locali) Piazza Luca D'Andrano, Piazza Pinto (2 locali), Piazza Margherita di Savoia, Corso Cavour, Via Manin; parte finale di Corso Garibaldi (3 Locali), ex via Acquaviva; Via Glinni; Vico Rettile, Via Roma, inizio via Ugo Bassi, piazza Plebiscito, via Concezione, Via Carlo III di Borbone e sicuramente mi sfugge qualcuno. Quando giri per Gioia, per favore la benda anticovid non la devi mettere sugli occhi ma sul naso e bocca.
 
 
#32 Nicola A. 2020-10-06 14:57
@ malpensante,
ecco abbiamo il genio che essendo informato sulle normative ci sta dicendo che avvalla il fatto che i pedoni debbano camminare sulla sede stradale, che l'occupazione del suolo pubblico deve essere PERMANENTE e che è consentito il "disturbo alla quiete pubblica". Ma dove hai trovato queste normative?
 
 
#31 felice 2020-10-05 12:49
Se andate nei paesi limitrofi,Polignano,Locorotondo,Monopoli,Martina Franca,ecc...tutti hanno i tavolini fuori,sia x i cittadini locali,e sia x i turisti.......Gioia del Colle paese da terzo mondo. Complimenti........
 
 
#30 Malpensante 2020-10-03 19:33
Quanta ignoranza, e nessuno si informa sulle norme.
 
 
#29 Cucchiarone 2020-10-03 07:45
Per 29. Volete di nuovo Povia ?
 
 
#28 PAGLIACCI 2020-10-02 18:41
LO SAPEVATE BENE CHE CON MASTRANGELO SAREBBE SUCCESSO QUESTO!
FIGLI E FIGLIASTRI.
ORA TENETEVELO, BEN SAPENDO CHE GLI STATE PAGANDO LO STIPENDIO PIU' ALTO MAI PERCEPITO DA UN SINDACO NEGLI ULTIMI 20 ANNI!
 
 
#27 Rabbrivido 2020-10-02 15:33
Buongiorno Comandante dei Vigili Urbani di Gioia del Colle........ In relazione a quanto citato dall'articolo Lei ritiene che tutti i dehors siano rispettosi del codice della strada e delle norme di sicurezza?? Lo dico e lo chiedo perché l'imprenditore può fare qualsiasi richiesta come per scelta politico/amministrativa la politica può concedere qualunque permesso richiesto. Ma Lei è o dovrebbe essere un organo di controllo ed in quanto tale esercitare autonomamente i controlli a Lei demandati così da sancire definitivamente se le richieste fatte e i permessi accordati siano rispettosi delle LEGGI ITALIANE che sono uguali per tutti e non per quasi tutti. Questa sua opera di controllo serve soprattutto ad evitare polemiche tra i cittadini, la politica e gli imprenditori, poiché tutti hanno ragione ma tocca a LEI decidere chi in base alle LEGGI ha veramente ragione.
 
 
#26 Giorgio gasparre 2020-10-02 14:13
Per meglio comprendere se esiste un problema di libera circolazione all’interno del nostro comune si può organizzare una catena di persone abili in carrozzina per diversamente abili. Tale catena parte dal municipio e fa un giro tipico di una processione di San Rocco. E vedere l’effetto che fa (E.I). Non di nascosto ma in prima persona. E questo fa il paio con lo Sviluppo Sostenibile tanto pubblicizzato dal nostro comune.
 
 
#25 Cittadina onesta. 2020-10-02 12:57
I controlli e i permessi devono essere dati e fatti a tutti secondo i decreti covid per gli esercizi commerciali.A quanto pare sono stati concessi privilegi ad alcuni e restrizioni ad altri ! Chiediamo :Libertà ,uguaglianza e trasparenza.
 
 
#24 Vergognoso 2020-10-02 12:54
Il fruttivendolo di via carducci vicino la pizzeria è qualcosa di assurdo
 
 
#23 Nicola A. 2020-10-02 11:29
L’occupazione del suolo pubblico per agevolare l’attività commerciale, NON deve sfociare in ABUSO al punto tale da IMPEDIRE ai pedoni la LIBERA CIRCOLAZIONE. Ci sono soluzioni che con un minimo di buon senso andrebbero valutate. Es, l’ex Grand’Italia, invece di mettere le fioriere a ridosso dell’ingresso potrebbe spostarle verso l’INPS dove il marciapiede è più largo, oppure invece di metterne TRE fioriere di traverso, ne mettesse due, lascerebbe lo spazio sufficiente anche per le carrozzine e dei mezzi dei disabili. Molte volte, invece, ho la sensazione che con la scusa del COVID si oltrepassa la libertà altrui e, occupando un marciapiede così da impedire ai pedoni di passare e costretti ad invadere la sede stradale è, secondo il mio parere, LIMITE ALLA LIBERTA’, altro che inutili lamentele solo per il piacere di farle. Voi commercianti (chi abusa) guardate solo ai vostri interessi calpestando i DIRITTI ALTRUI ma la cosa che fa irritare è che le Autorità concedono con leggerezza le autorizzazioni e poi, sugli abusi, GIRANO LA TESTA DALL’ALTRA ARTE. Qualcuno ha citato i paesi limitrofi; allora fatevi un “giretto”, gli abusi sono LIMITATI e gli orari di chiusura per attività all’aperto sono RISPETTATI, qui a Gioia, invece, regna l’ANARCHIA TOTALE, si arriva facilmente alle ore 03.00 del mattino con toni di voce alticci e qualche volta anche musica. L’occupazione del suolo pubblico NON DEVE ESSERE PERMANENTE, altrimenti è ABUSO EDILIZIO. Riguardo alle osservazioni sui parcheggi riservati della ZTL, (MIKI), fatti un giro e vedrai che la ZTL esiste solo sulla carta e che i parcheggi sono occupati da tutti. La Democrazia dettata dalla nostra COSTITUZIONE, non è fare i propri comodi ma RISPETTO DELLE REGOLE questo sua chiaro a TUTTI anche alla nostra attuale Amministrazione e agli Organi di controllo.
 
 
#22 Mario 2020-10-02 09:28
Ma il Sindaco Mastrangelo cosa fa?
 
 
#21 MIKI 2020-10-02 08:00
Sono d'accordo su la possibilità di incentivare le attività dopo periodi "NERI",ma quanto è troppo è troppo,e comunque è errato addossare tutte le colpe al sindaco e all'amministrazione attuale dimenticando la precedente amministrazione che aveva concesso il parcheggio riservato "GRATIS" per gli abitanti del centro storico per tutto l'anno e non solo per il periodo della ZTL ...e poi ci lamentiamo per le doppie file...

La Redazione
Quale parcheggio privato che nessuno lo ha mai rispettato oltre le date previste e spesso anche in quelle indicate dalla ZTL?
Saluti
 
 
#20 gioiese 2020-10-02 07:57
il problema non è dell'attività che occupa il suolo pubblico ma di chi concede certi permessi incurante di tutto il resto. dove sono i vigili e il loro comandante?????????
 
 
#19 attila 2020-10-02 07:40
La responsabilità di tutto questo è solo ed esclusivamente di una classe dirigente comunale non all'altezza dei compiti, devono essere sostituiti o penalizzati economicamente come per qualsiasi comune dipendente. Da quello che risulta dalla storia del Comune di Gioia del Colle nessuno ha mai pagato realmente...
 
 
#18 Uomodellastrada 2020-10-02 06:57
#2346 dissento, aiutare il commercio non significa impedire il passaggio come accade su Corso Garibaldi, marciapiede completamente chiuso.
Ha fatto bene a citare altri paesi, in effetti non ho visto niente di simile ad altre latitudini.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.