Domenica 24 Maggio 2020
   
Text Size

“Noi non molliamo. L’obbiettivo primario a Gioia si chiama: Ospedale”

ospedale paradiso

ospedale paradiso “L'Associazione In Movimento per Gioia prendendo atto dai canali social del buon risultato ottenuto dalla commissione Sanità sui fondi all'ex OSPEDALE Paradiso per l'installazione di climatizzatori e infissi, ricorda a tutte le forze politiche locali che l'obbiettivo primario a Gioia del Colle è un altro e si chiama: “OSPEDALE”.

Noi vorremmo sapere quale delle compagini locali avrà il coraggio di chiedere ai propri candidati un segnale forte per Gioia del Colle, quello di rivedere:

Il Piano di riordino Ospedaliero attualmente in vigore che porta le firme ben leggibili di:

RAFFAELE FITTO (candidato del centrodestra alle Regionali 2020)

MICHELE EMILospedale paradiso 2013aIANO (candidato del centrosinistra alle Regionali 2020)

NICKY VENDOLA (ex Presidente Regione Puglia per ben due mandati)

Secondo noi nessuno avrà questo coraggio, e le recenti dichiarazioni dei membri dell'attuale amministrazione sui loro canali social purtroppo non ci tranquillizzano, perché ci dicono solo di “Rassegnarci”.

Noi non molliamo! ... seguiranno aggiornamenti”.

Associazione “In Movimento per Gioia”

Per chi avesse memoria corta, invitiamo a rileggere alcuni articoli scritti in merito negli anni scorsi:

ospedali intervista candidata Laricchia 5 stelle

Commenti  

 
#11 Tonia Scarnera 2020-01-31 09:45
Giorgio Gasparre, al Miulli non lo tangi assolutamente. Per come è intasato, figuriamoci se ha paura della nostra riapertura. Io con mia madre martedi scorso al Pronto Soccorso, sono stata dalle 10.30 della mattina alle 19.30 di sera. Appena arrivata era la terza, di colpo sono arrivati una marea di codici gialli e non si è capito più niente. Addirittura un'infermiera raccontava che arrivano anche da Altamura, nonostante il mega ospedale che hanno. E cosi facendo non sanno che danneggiano la propria città.
I titoli fuorvianti di questi giorni, dove parlano dell'arrivo di condizionatori e infissi nuovi per il Paradiso, sono fuorvianti.
Se si scrivesse con obiettività, si darebbe una corretta informazione alla città. Per mettere a norma i locali dell'ex Paradiso, in materia di antincendio e sicurezza, vanno montati infissi nuovi e condizionatori. Solo in questo modo si avrà l'abitabilità e i Servizi e uffici, attualmente ubicati in via L.Ariosto passerebbero in Ospedale. La neuropsichiatria infantile, che opera in sgabuzzini non arieggiati, avrebbe finalmente locali più consoni. La Commissione invalidi civili, ritornerebbe a Gioia, evitando innumerevoli disagi a chi deve recarsi a Sammichele di Bari pagando l'ambulanza.
Questa è l'informazione che va data, non quella elettorale.

La Redazione
Quindi si conferma tutto ciò che è scritto nell'articolo. La realizzazione di un progetto, ormai datato, decennale, di portare i servizi dall'ex Inam all'ex Ospedale Paradiso, senza alcuna aggiunta. Giusto? Allora dove sono le affermazioni fuorvianti? Nel fatto che quei lavori erano già previsti dalle norme ma non messi in opera nello scorso "restyling" della struttura, ancor prima che questa ammninistrazione si insediasse? Nel fatto che quei soldi non saranno utilizzati per riaprire nessuno di quei servizi ospedalieri indicati? Una domanda. Visto che nel "ramo", quanti soldi pubblici sono stati spesi da quando è stato chiuso il Paradiso ad oggi, per la manutenzione di un immobile semivuoto?
Saluti
 
 
#10 Tonia Scarnera 2020-01-31 09:35
La Redazione dovrebbe dare notizie obiettive, no dettate dal proprio ideale politico. Se dicesse una persona qualunque che l'Ospedale riapre, lo capirei. Ma detto da te, che hai seguito negli anni tutte le lotte fatte, è davvero una assurdità.

La Redazione
In tutti questi anni non ho mai cambiato opinione, a differenza di altri. Ho sempre sostenuto che in politica tutto è possibile, se si vuole. Anche di riaprire ospedali già chiusi, la cui decisione, tra l'altro, è stata presa sempre dalla politica, non certamente dettata da Dio. E come li si chiude li si può sempre riaprire. Le notizie vengono date in modo corretto e coerente, se poi c'è qualcuno che le interpreta a modo suo, a seconda del mmento politico in cui si ritrova, allora sono affari suoi, non può tacciare gli altri di fare affermazioni "assurde" o non obiettive. Il mio ideale politico è sempre lo stesso, da una vita, a differenza sempre di altri. Tonia, vedi smetterla di offendere, perchè la pazienza ha un limite.
Saluti
Donato Stoppini
 
 
#9 ERRATA CORRIGE 2020-01-31 08:45
Ma invece di riaprire l'Ospedale come tutti lo intendiamo ( cosa impossibile ), visto che comunque c'è una struttura integra che si può tranquillamente riutilizzare, non possono creare un polo specializzato nella PREVENZIONE di alcune o alcun altre patologie, magari con delle convenzioni con gli specializzandi delle materie mediche ? Tutti pensano alla cura, ma nessuno alla PREVENZIONE !
 
 
#8 Tonia Scarnera 2020-01-30 23:58
ERRATA CORRIGE non si faccia prendere in giro.
Nessuna Laricchia potrà mai riaprire l'ospedale di Gioia del Colle. Errata pubblicità e informazione.

La Redazione
Se per davvero vogliamo essere precisi è da oltre trentanni che la vecchia politica prende in giro i gioiesi. E' merito di quei politicanti se l'ospedale Paradiso ha fatto la fine che tutti sappiamo, nonostante le loro continue false promesse e rassicurazioni, avallate da alcuni medici ed operatori compiacenti, che ciò non sarebbe mai accaduto. Gli stessi che oggi assicurano che nulla potrà mai cambiare. Se continueranno ad essere lì dove sono oggi, probabilmente sarà sì. Come le loro interessate conclusioni.
Saluti
 
 
#7 giorgio gasparre 2020-01-30 21:30
Cara Redazione secondo voi il Miulli non conta niente. Non ha potere di influenzare decisioni.

La Redazione
Non è stato affermato questo. Sì è precisato che il Miulli ha ricevuto anche troppo, nonostante fosse una struttura gestita da privati, grazie alla politica e ai nostri politicanti fin troppo compiacenti. E che sarebbe il caso di cambiare registro.
Saluti
 
 
#6 giorgio gasparre 2020-01-30 16:40
e il MIULLI nel frattempo che fa?Tace e acconsente?Permette che l'Ospedale di Gioia ritorni a svolgere una funzione?

La Redazione
Nono può fare diversamente, visto che è privato, sia pure convenzionato, senza contare che è in debito con il nostro Paradiso e tutti i gioiesi, per tutto ciò di cui ha beneficiato indebitamente in questi ultimi 30 anni.
Saluti
 
 
#5 ERRATACORRIGE 2020-01-30 14:54
Ma non abbiamo capito : se vince la Laricchia l'ospedale si riapre ?

La Redazione
Di chiuderlo non è possibile, visto che lo è già e da tempo. Ergo...!
Saluti
 
 
#4 DX 2020-01-29 20:17
A quanto pare chiudere ospedali è un lauto affare, visto che per riaprire anche un solo piano serve movimentare centinaia di migliaia di euro, senza nemmeno sapere.."A QUALE SCOPO". Viene da chiedersi: se non fosse mai stato chiuso, sarebbero stati indispensabili gli infissi a risparmio energetico? E visto che ora per riaprire servono I SOLDONI, il risparmio sulla spesa sanitaria "NON E' PIU' UNA PRIORITA'?
 
 
#3 Vittorio 2020-01-29 09:09
Bravi....non mollate....è vergognoso ciò che è stato fatto e il degrado in cui è caduta la struttura.
 
 
#2 Nicola A. 2020-01-29 08:20
la candidata Laricchia, l'anno scorso si è fatta promotrice affinchè le prenotazioni delle visite mediche con i poliambulatori ASL della prov. di Bari fossero programmati per tutto l'anno e non solo per i primi SEI MESI e poi a Maggio riaprire le "agende". Nonostante alla sig.ra Laricchia sia stato segnalato che le prenotazioni a SEI MESI siano ancora in atto,(basta rivolgersi al CUP di GIOIA per conferme), può dire ai cittadini come mai nella ASL ognuno fa quello che le fa comodo eludendo le normative?

La Redazione
Perchè a gestire il tutto è l'assessore alla sanità, nel caso della Puglia, lo stesso presidente Emiliano, con al seguito tutti gli amici dislocati nelle strutture sanitarie. L'opposizione, cioè la Laricchia & C., nulla può se non segnalare, visto che la decisione finale spetta a chi amministra la regione. Sta a noi, usufruitori/elettori, decidere finalmente di cambiare registro.
Saluti
 
 
#1 realista 2020-01-29 07:30
ADESSO IN CAMPAGNA ELETTORALE MAGARI CI SARA' PROMESSO NON LA RISTRUTTURAZIONE DELL'OSPEDALE MA LA COSTRUZIONE DI UNO NUOVO.TANTO NOI GIOIESI SIAMO UN POPOLO DI INGENUI CREDULONI.

La Redazione
Uno nuovo? Non l'hanno mai promesso, non a Gioia. Hanno fatto altro, tipo svuotarlo di servizi, macchinari e di conseguenza di personale. E chi ha fatto tutto ciò potrà mai promettere di salvarlo? Figuriamoci di costruirne uno nuovo. Potrebbe promettere di riaprirlo solo chi ha sempre sostenuto che gli ospedali esistenti non andavano chiusi ma potenziati o riorganizzati. Da escludere quindi in toto tutte le vecchie obsolete forze politiche.
Saluti
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.