Domenica 31 Maggio 2020
   
Text Size

Lotta all'inquinamento: Gioia del Colle comune riciclone

riciclare-rifiuti-verde-green

Negli ultimi tempi in Italia e nel resto del mondo si tende ad essere particolarmente sensibili per quanto riguarda i temi collegati all'ambiente. Sempre più persone infatti stanno adottando uno stile di vita green e sono diversi i comuni che si stanno adeguando alle nuove tendenze mettendo in atto tutte quelle misure che possano ridurre in maniera consistente l'inquinamento derivato dall'immondizia.

Legambiente con l'iniziativa dei comuni ricicloni promuove da anni una campagna per una gestione sostenibile dei rifiuti e premia tutte quelle amministrazioni virtuose impegnate nell'implemento della raccolta differenziata e nella valorizzazione dei materiali recuperati. Nel 2018 Gioia del Colle si è assicurata il premio di Seconda Categoria avendo abbondantemente superato la soglia del 65% di raccolta differenziata raggiungendo il 74,9% e andandosi così ad aggiungere, insieme ad altre tre città, alla lista dei 29 comuni con il più alto tasso di riciclo a livello regionale.

Segno del cambio di marcia è anche l'iniziativa del negozio compro-rifiuti della SPESGIOIA spa di Via D'Annunzio. Un esperimento di commercio smart che vede i cittadini vendere i propri rifiuti selezionati a peso (plastica a 5 centesimi al kg, Alluminio a 40 centesimi al kg ecc.) e il negozio acquistarli, valorizzandoli al contempo come materia prima per le aziende che si occupano di gestione dei rifiuti a livello industriale. Un'iniziativa nel quale a guadagnare sono un po' tutti, ambiente, cittadini ed aziende e che ha permesso a Gioia del Colle di consolidare il proprio primato come Comune al di sopra dei 20.000 abitanti più virtuoso di tutta la Puglia nella raccolta differenziata.

Gelsenkirchen_Kraftwerk_Scholven

In generale non è un caso dunque che la Puglia sia al passo con i tempi e che la regione abbia recentemente fatto registrare una delle migliori performance di crescita nella raccolta differenziata. L'arrivo di Greta Thunberg a Roma in occasione della giornata mondiale della terra ha causato un risveglio ambientalista che ha travolto l'Italia mentre proprio in Puglia la sua collega Giorgia Mira, studentessa barese attivista per l'ambiente, sta raccogliendo sempre più consensi ed è sempre più impegnata nella sua crociata tanto da essere riuscita ad avere un incontro con il Papa, segno che dalle nostri parti le nuove generazioni sono in prima linea nella lotta all'inquinamento.

Ultimamente proprio la recente sensibilizzazione dell'opinione pubblica ha contribuito a mettere sotto i riflettori anche alcuni fatti di cronaca riguardanti l'ambiente accaduti a Gioia del Colle. Ancora freschi nella memoria dei gioiesi le indagini sull'inquinamento ambientale dell'ex Ansaldo mentre sono sempre più allarmanti i dati sui rilevamenti della qualità dell'aria vista anche l'inquietante pellicola, quasi plastificata, che in città si è posata sulle auto e sulle strade nel corso della rovente settimana a cavallo di ferragosto. Preoccupa anche il caso della chiusura del plesso scolastico del Villaggio Azzurro nel quale sono stati rilevati livelli di radon superiori alla media di ben quattro volte (alcuni studi hanno connesso l'innalzamento anomalo dei livelli di Radon ai picchi atipici di tumore ai polmoni rilevati nell'area del Salento). Oltre ai metalli pesanti dovuti al traffico, l'aria di Gioia del Colle è stata seriamente minacciata anche dall'impianto sperimentale di produzione di energia pulita Newo, sequestrato lo scorso 26 febbraio in un'operazione congiunta di Carabinieri e Capitaneria di Porto.

Castello_di_gioia_del_colle,_interno,_sala_del_trono_01

Allarmismi a parte nel frattempo la Puglia continua a puntare sulla salvaguardia del territorio e della salute dei cittadini mentre crescono le iniziative eco friendly. Prova di tutto ciò il green buildings studio del 2018, un convegno incentrato proprio sulla tutela del patrimonio regionale e sul turismo eco sostenibile che ha presentato temi di grande attualità come la riqualificazione energetica delle vecchie strutture ricettive e soprattutto la cura del patrimonio faunistico e naturalistico.

A proposito di valorizzazione dell'ambiente la regione ha avviato un piano triennale di interventi per lo sviluppo della mobilità su due ruote per sostenere il cicloturismo come forma di promozione del territorio. Un importante passo in avanti verso una proposta credibile di alternativa all'automobile e un'ottima réclame per i fautori del turismo green che sappia fare leva sull'incredibile attrattiva del patrimonio paesaggistico puntellato dai suoi splendidi e antichi borghi.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.