Venerdì 18 Ottobre 2019
   
Text Size

“Settimana europea per la mobilità sostenibile”. Ultim’ora

settimana-mobilità-sostenibile

settimana-mobilità-sostenibile

ULTIM'ORA

“In vista delle avverse condizioni meteo previste per domani giovedì 19 settembre, la manifestazione "Camminiamo insieme" è rinviata a giovedì 26 settembre con le medesime modalità organizzative. 

Confidiamo nella immutata partecipazione. A giovedì”.

---------------------------

“Giunta alla 18esima edizione per tutti gli Stati membri della Comunità Europea ha inizio la Settimana per la Mobilità Sostenibile 2019, evento volto ad incoraggiare la scelta di modalità attive di spostamento.

Il tema dell'edizione 2019 è la “mobilità attiva”, intesa prevalentemente come mobilità pedonale e ciclistica, per il quale è stato scelto – a livello europeo – lo slogan “Camminiamo insieme”.
Per sviluppare tale tema gli assessori dott. Giuseppe Gallo ed ing. Maria Paola Valentini hanno inteso sostenere in prima persona la interessante e nuova iniziativa all’interno del territorio di Gioia del Colle.

La mobilità sostenibile è strettamente interconnessa ai concetti di ambiente, ecologia e divertimento: ecco dunque il coinvolgimento della Navita e dei ragazzi di Controvento che hanno organizzato giochi di movimento e di tradizione da RI-fare all'aria aperta”.

Lucio Romano
Assessore alla Cultura

settimana-mobilità-sostenibile

Commenti  

 
#10 Uffa 2019-09-23 07:41
Inutile arrampicarsi sugli specchi. Si tratta di una "scivolata" dell'amministrazione. Non è la prima e non sarà l'ultima. Ma credo che a noi gioiesi vada bene così, illudendoci di qualcos'altro.
 
 
#9 Puccio 2019-09-22 16:45
Ma ditemi voi, l'assessora alle critiche sulla settimana della mobilità Europea risponde con: " io mi guardo allo specchio e sono a posto".
E non qualsiasi modo si voglia estrapolare quanto ha detto Ma è proprio una risposta da studente che frequenta la scuola elementare. Io noto e stranoto la differenza. Ma come è potuto succedere che abbiamo perso la vecchia amministrazione. Mi auguro che i due traditori perché di traditori si tratta la paghino alla grande perché il danno provocato a noi cittadini e al paese è enorme!
 
 
#8 Gsmberone 2019-09-21 12:30
Gioia sta precipitando e la spazzatura in giro per Gioia ne è la prova provata. Niente controlli niente multa niente di niente solo cani senza museruola e guinzaglio che sporcano il paese.
La brutta realtà il brusco cambiamento E' sotto gli occhi di tutti. Certamentr sotto gli occhi degli amministratori ci sono solo i cellulari per farsi degli inutili selfie!
 
 
#7 Gabriella 2019-09-21 06:30
Per DX:
È come se io, che mi stanno sulle scatole le auto, decidessi di multare le case costruttrici perché ne hanno prodotte così tante da essere ingestibili, vedi Gioia.. NO! Gioia non cresce perché dobbiamo smetterla di inventare colpevolezze assurde, non è questo l' approccio mentale giusto, siamo lontani anni luce no dal modello Amsterdam ma dal modello Sammichele, signori, la usano più di noi la bici! E non venitemi a dire che quelli di Samm. sono all' antica...
Comunque sia, una bella estensione di ZTL,
NO nel centro storico, ma sulla maggior parte delle strade (non ovviamente le arterie di collegamento), con un controllo videosorvegliato e automatizzato (per il controllo delle targhe), dovrebbe e potrebbe essere una soluzione efficace contro il problema.
Saluti

La Redazione
La tua soluzione così come è stata formulata solleva dei dubbi. Se le arterie di collegamento restano fuori dalla ZTL per arrivarci o uscirne si dovrebbe passare, volente o nolente, dalle altre strade soggette al divieto di transito. In che modo? Volando? Ciò non toglie che il problema vada risolto. In che modo? Con un maggior controllo, più che necessario se non indispensabile, esattamente su quelle arterie di collegamento, troppo spesso utilizzate, infatti, come parcheggi selvaggi ad uso personale, in doppia e tripla fila, in presenza o meno di strisce pedonali o divieti di sosta o incroci. Basterebbe solo questo provvedimento per migliorare notevolmente il traffico veicolare e di conseguenza ridurre l'inquinamento. Se poi si dovesse decidere di incrementare la mobilità sostenibile, con mezzi pubblici, tanto meglio, ben venga, ma gratuiti o a prezzi sociali.
Saluti
 
 
#6 DX 2019-09-19 08:04
X Lucia: hai ragione, ma il volantinaggio dovrebbe essere prima di tutto vietato e le aziende che lo promuovono "MULTATE" pesantemente, sono loro I VERI AUTORI della sporcizia delle strade. Buttare per terra un volantino che nessuno gli ha chiesto di metterti sul vetro spesso è un gesto inevitabile. Abbiamo già troppi rifiuti da differenziare, gestire e conferire, NON CREDI?
 
 
#5 alessia 2019-09-18 20:20
IL MODELLO ANSTREDAM E' LONTANISSIMO, LA MOBILITà SOSTENIBILE VA PROGRAMMATA A LUNGO TERMINE, OLTRE CHE NEL QUOTIDIANO, TROPPO POCO CHIUDERE UN POMERIGGIO ALCUNE VIE DELLA NOSTRA CITTADINA AL TRAFFICO.

La Redazione
Più che poco è inutile visto che il traffico comunque si riverserà su altre strade alternative, creando caos, ingorghi e quindi più inquinamento.
Saluti
 
 
#4 Lucia 2019-09-18 18:56
Giusto...manifestazione legata all ambiente..oltre ad usare la bici insegnamo a tutti, ed in particolare alla gentil dama che stamattina ha tolto un foglio pubblicitario dal tergicristallo della sua auto parcheggiata accanto all'ex ospedale,che il foglio avrebbe potuto buttarlo nei rifiuti e non sul marciapiede...
 
 
#3 giorgio gasparre 2019-09-18 17:19
Mi torna alla mente la cara prof.ssa Rosalba Buttiglione e la sua ostinata voglia di organizzare le uscite in bicicletta e, leggendo quanto sopra, penso alla sconfitta subita da chi per anni si è dato da fare perché Gioia vivesse una vita qualitativamente migliore. Ha ragione Gabriella: oltre la festa il nulla. Neppure questa Amministrazione comunale ha il coraggio di dire basta al traffico automobilistico in città. Ce ne faremo una ragione.
 
 
#2 Gabriella 2019-09-17 13:41
Purtroppo sarà l ennesima manifestazione sterile. Nulla contro il divertimento dei bambini ma cosa centra con la mobility week? Sarebbe stato più intelligente leggere o ascoltare da parte degli assessori di progetti infrastrutturali in merito alla green mobility.. ma tanto la bici a gioia viene ancora identificata come un giocattolo per bambini o il mezzo degli anziani.. nessun attenzione da parte di nessuno su inquinamento veicolare e stato di salute dei cittadini e del pianeta. Poi a gioia arrivano i cicloturisti e ovviamente si sentono sperduti in una giungla di macchine... ovviamente perdiamo anche opportunità lavorative in questa fetta di mercato dove altre cittadine hanno identificato possibilità di crescita economica e hanno investito..
Io faccio il mio, uso tutti i giorni la mia bici per le varie commissioni nella speranza di contagiare a fin di bene qualche mio compaesano e vivo sempre nella speranza che i miei figli possano vivere un mondo migliore
 
 
#1 Daniele F. 2019-09-17 12:53
Senza dare esempio di chiusura al traffico di qualche strada e buttandola ancora sul divertentismo non mi sembra il modo adeguato di sensibilizzare alla mobilità sostenibile. Passeggiare in bicicletta è più semplice e meno impopolare che forzare un po' la mano dei cittadini a lasciare l'auto a casa. Più coraggio, Assessori! ;)
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.