Venerdì 29 Maggio 2020
   
Text Size

ANTONIO CORNACCHIONE A GIOIA DEL COLLE AL ROSSINI-video

Antonio-Cornacchione-2

antonio-cornacchione Prosegue la stagione 2015 del Teatro Rossini di Gioia del Colle "Promozione di un sogno: Le nuvole. Atto I". Il 26 febbraio, alle 21, Antonio Cornacchione e Lucia Vasini vanno in scena con "L'ho fatto per il mio Paese" di Francesco Freyrie e Andrea Zalone (autori di Crozza nel Paese delle Meraviglie) diretto da Daniele Sala.

Si tratta del sogno di un uomo, candido e incasinato, capace ancora di credere nella libertà e nell’uguaglianza. Il protagonista è un donchisciotte contemporaneo comicamente in lotta con gli spigoli della vita, senza soldi, con la disdetta dell’affitto in una tasca e la lettera di fine rapporto di lavoro nell’altra. Artefice di un gesto folle: nascondere nella sua cantina un Ministro in carica. Lo fa per sé, per la sua pensione e per il suo Paese. La controparte è una donna Ministro, stimata docente universitaria, sposata con un finanziere ricchissimo, scesa in politica per fare un favore al suo Paese e a sé stessa, nella speranza di colmare il senso di solitAntonio Cornacchioneudine. La collisione tra questi due mondi scatenerà la comicità più amara e appassionante cui abbiate mai assistito dai tempi dell’ultima crisi di Governo.

Replica il 27 febbraio al Teatro Paisiello di Lecce.

Info e prenotazioni: dal lunedì al venerdì 9-12 tel. 080.3494270 - dal martedì al venerdì 17 - 20 080.3484453

 

Commenti  

 
#3 BIANCA LANCIA 2015-02-25 19:58
Ospite ha perfettamente ragione. Anche in teatro fioccano regali agli amici di questa "amministrazione". Ripuliamo ogni luogo pubblico della città. Buona serata
 
 
#2 gioiese sempre 2015-02-25 11:02
Silvio!!! Vedi cosa hanno fatto i comunisti! Silvio...
 
 
#1 ospite 2015-02-25 09:43
Giustamente ci voleva un comico di Zelig per restare in sintonia con le vicende della giunta e del consiglio. E poi, bisogna fare Qultura! Se Gioia riuscirà ad emendarsi, con una nuova classe dirigente, dovrà anche provvedere a rottamare chi "incombe" sul teatro Rossini. Oscuri travet inclusi. Vi auguro di trovare gestori che sappiano davvero fare Cultura. Per restituire al paese la dignità di una tradizione culturale che anche noi non gioiesi riconosciamo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI

LA VOCE DEL PAESE Un Network di Idee.

l ACQUAVIVA DELLE FONTI l CASAMASSIMA l CASSANO DELLE MURGE l GIOIA DEL COLLE l NOICATTARO l POLIGNANO A MARE l PUTIGNANO l SANTERAMO IN COLLE l TURI l

Porta la Voce nel tuo paese

Copyright 2008-2017 © LA VOCE DEL PAESE. È vietata la riproduzione anche parziale. Tutti i diritti sono riservati.