Martedì 27 Giugno 2017
   
Text Size

L’I.C. “CARANO - MAZZINI” ACCOGLIE L’EUROPA-foto

comenius carano-losapio

comenius carano-losapioL’Istituto Comprensivo “Carano - Mazzini” di Gioia del Colle, impegnato già da diversi anni nella realizzazione di progetti europei Comenius, dal 10 al 14 novembre 2014 ha ospitato le delegazioni delle scuole partner, Basisschool Zeehonk, Noordwijk - Olanda, C.E.I.P. "Luis de Morales", Badajoz - Spagna, Okan Özel İlk ve Ortaokulu, Istambul - Turchia, con le quali, attraverso il progetto “On the track for European Treasure”, sta vivendo una crescita esperienziale sia dal punto di vista culturale che sociale. Lo scambio di visite approfondisce la conoscenza dei tesori di ciascun paese: ambienti naturali, artistici, culinari e folcloristici, promuovendo l’idea che ciascun paese, pur nella diversità, è unico. Ma il fine di queste relazioni scolastiche è quello di migliorare, attraverso il confronto con altre realtà, metodologie di studio e di apprendimento motivanti, e di incoraggiare, tramite rapporti di amicizia, l’uso della lingua straniera.

Nove docenti e venticinque alunni sono stati coinvolti in numerose attività preparate per l’occasione dcomenius carano-losapioa tutto l’Istituto Comprensivo: canti, balli, laboratori di arte, lezioni di spagnolo, attività motorie e buffet sono stati   sapientemente organizzati dai docenti, dagli alunni e dai genitori.

Gli alunni delle classi 5^ A-B-C con le proprie docenti, A. Forcillo, T. Cappelli, M. De Bellis, M. Losito e F. Mancino hanno accolto i bambini stranieri con gioia ed entusiasmo condividendo l’esperienza di vita di una tipica giornata scolastica italiana. Inoltre, le famiglie degli alunni Alice Posa e Gemma Povia (5^ A), Anita Indellicati e Carmine De Vincenzo (5^ B) , Tiziano Recchia e Mario Montenegro (5^ C), hanno aperto le porte della propria casa prendendosi cura dei bambini spagnoli.

ALLA SCOPERTA DLE TERRITORIO

Far conoscere il territorio pugliese è stata un’altra prerogativa del progetto e la visita alle Grotte di Castellana ha evidenziato l’unicitcomenius carano-losapioà e la bellezza naturale del nostro paese.

Nel pomeriggio di mercoledì alcuni alunni della scuola media Carano, coordinati dalle insegnanti M. Massa e M. Tedone, hanno guidato i partner in un’escursione nel centro storico di Gioia del Colle, soffermando l’attenzione sugli angoli e sui monumenti più caratteristici della città. Durante il percorso si è fatta una sosta presso il palazzo municipale, dove il primo cittadino di Gioia del Colle, il sindaco Sergio Povia, in maniera amichevole, ha salutato gli ospiti stranieri. Non sono mancati gli scatti di foto ricordo per immortalare il numeroso gruppo di ragazzi e docenti. La visita si è conclusa al castello: alunni e insegnanti si sono cimentati in una caccia “al tesoro” , ovvero, attraverso domande-guida contenute in un opuscolo preparato dalla coordinatrice del progetto, ins. Domenica Difino, che nelle varie fasi del progetto è stata coadiuvata dal docente Attilio Maselli, hanno potuto “leggere” e scoprire la storia e le leggende racchiuse nelle pietre del castello.

CANTI, BALLI E BANDIERINE…

Le attività sono proseguite giovedì mattina con la visita alla scuola dell’infanzia Aldocomenius carano-losapio Moro, i piccoli allievi, sotto la guida delle insegnanti, hanno accolto i docenti partner con deliziosi canti tra un emozionante sventolio di bandiere.

Anche gli alunni e i docenti della scuola primaria Villaggio Azzurro hanno preparato l’accoglienza dei partner con bandiere, canti e poesie mettendo in risalto l’importanza del dialogo interculturale tra i popoli, affinché si possa costruire un mondo di pace. All'allestimento scenico ha collaborato l'artista Lea Gallizzi, che negli utlimi anni con laboratori attivati con l'istituto, ha restituito decoro e una ventata d'arte alla Mazzini.

La giornata è proseguita nel pomeriggio con lo spettacolo musicale allestito dall’ins. Marilù Losito con gli alunni della classe 5^ C. Attraverso balli e canti tradizionali, è stato presentato il grande “tesoro” della tradizione italiana e gioiese. Ma il momento culminante è stato quello in cui tutti gli alunni e i docenti stranieri sono stati coinvolti in un grande girotondo: è stata palpabile l’emozione sui volti delle tantissime persone presenti nell’Aula Magna della Mazzini.

Il preside dell’Istituto “Carano-Mazzini”, prof. Antonio Pavone, nel discorso conclusivo ha mostrato piena soddisfazione per questa esperienza europea che ha arricchito tutta la comunità scolastica, ha ringraziato gli alunni, i docenti e i genitori per la disponibilità e la collaborazione in questo progetto inserito tra le attività di ampliamento dell’offerta formativa della scuola.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI